Tempo di lettura articolo: 3 minuti

“Ferma assistenza a fornire assistenza diplomatica, finanziaria, umanitaria e militare all’Ucraina”, queste sono le parole che accomunano tutti i leader della conferenza G7 istituita per discutere delle trattative di pace e stabilità per i territori in guerra, in particolare per l’Ucraina.

Alla conferenza era presente, infatti, anche il presidente Zelensky, che ha ricevuto il sostegno corale e collettivo di tutti i membri del congresso e tramite i social ha poi fatto sapere: «Ogni decisione per la difesa dell’Ucraina avvicina la nostra vittoria. Ringrazio tutti i nostri partner e alleati per il loro supporto!». 

nell’immagine la presidente Giorgia Meloni e il primo ministro giapponese Fumio Kishida

All’incontro era presente anche la premier del governo italiano Giorgia Meloni, da sempre alleata di Zelensky, il quale l’ha ringraziata della sua presenza e il suo sostegno con queste parole: «Grazie, Giorgia Meloni, per la forza del tuo carattere che dà forza a tutti noi. Ringrazio il governo italiano, il Parlamento e tutti gli italiani che sostengono la protezione del nostro popolo».

Ha in seguito espresso gratitudine anche nei confronti del presidente statunitense Joe Biden che ha ribadito il supporto militare da parte dell’America nei confronti di Kiev e di tutta l’Ucraina. 

nell’immagine qua sopra i partecipanti alla conferenza ad Hiroshima

I presenti erano: Fumio Kishida, primo ministro giapponese, Narendra Modi primo ministro dell’India, Lula De Silva presidente del Brasile, i capi di stato di Corea del Sud e Indonesia Suk-yeol e Widodo e il presidente delle Comore, Assoumani.

Questa mattina il presidente ucraino ha parlato – tra gli altri – con il premier canadese Trudeau, il presidente francese Macron, il presidente indonesiano Widodo. «La presenza del presidente ucraino al vertice del G7 a Hiroshima è «un modo per costruire la pace», ha detto ai giornalisti Macron.

Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea commenta: «Nessuno vuole la pace più degli stessi ucraini. Ma una pace giusta, che non premia l’aggressore che ha invaso nel cuore della notte. Una pace giusta che punisca chi ha commesso crimini di guerra. Una pace giusta che rispetti i legittimi diritti dell’Ucraina, la sua sovranità e integrità territoriale. Una pace giusta coerente con i principi della Carta delle Nazioni Unite. Ecco perché l’Ucraina si sta difendendo. Ed è per questo che aiutiamo l’Ucraina a difendersi. Ed è per questo che sosteniamo gli sforzi del presidente Zelensky nella sua formula di pace».

Inoltre vi è stato un proficuo incontro tra Biden e Zelensky che ha funto da conferma per l’Ucraina: gli Stati Uniti infatti proseguiranno con l’invio di armi sul suolo ucraino per sostenere un conflitto che ormai sembra non vedere una fine. Inoltre Biden ha annunciato l’invio di altri 375 miliardi di dollari di aiuti militari all’Ucraina, volti a «costruire la capacità a lungo termine dell’Ucraina di difendersi dall’aggressione russa e di scoraggiarla».

Infine il vertice di Hiroshima si conclude come lo si era iniziato, ovvero con la conferma del sostegno a Zelensky. Il padrone di casa Fumio Kishida ha infatti espresso: «il suo sincero rispetto per il coraggio e la conservazione del popolo ucraino che ha resistito all’aggressione della Russia contro l’Ucraina e ha superato il rigido inverno».

Previous articleAddio alla regina del rock’n’roll, Tina Turner
Next articleLa Casa della giovane, luogo di accoglienza e di protezione
Angelica Osinenko
Vivo a Sant’Ambrogio di Valpolicella, in provincia di Verona. Mi ritengo una persona molto socievole, solare ma allo stesso tempo determinata e, a volte, testarda. Frequento la V ginnasio del liceo classico alle scuole Stimate. Ho scelto questo indirizzo perché da sempre nutro un vivo interesse per le materie umanistiche in particolare per la storia. Vedo, infatti, questa materia come un’ottima chiave di lettura del futuro: come possiamo comprendere ciò che succede ai giorni nostri se non conosciamo gli eventi trascorsi nel passato? Questo indirizzo credo sia stata la scelta migliore che potessi fare; ho infatti la possibilità di approfondire materie che già conosco e che mi appassionano e, al contempo di avvicinarmi alla cultura greca e latina imparando ad apprezzarne le sfumature che le rendono, a mio parere affascinanti. Nel tempo libero mi piace guardare film di avventura oppure uscire con gli amici. Sin da piccola pratico danza classica, disciplina che richiede molto impegno e dedizione ma che ha saputo regalarmi grandi soddisfazioni. Per quanto riguarda il mio futuro ho già le idee molto chiare, infatti, sogno da sempre di potermi realizzare nell’ambito giuridico andando quindi a toccare con mano quella che è la cultura legislativa odierna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here