Tempo di lettura articolo: 2 minuti

L’XXL Basketball di Pescantina ha ospitato giovani talenti di questo sport, e tra questi emergono i gemelli, classe 2000, Erik e Mark Czumbel. Cresciuti entrambi proprio nell’XXL ed ora “espatriati”, il primo negli Stati Uniti e il secondo a Piacenza.

Erik ha giocato per il secondo anno di fila a UTSA (University of Texas at San Antonio) dove è riuscito ad arrivare al secondo round della propria Conference Tournament. Invece, Mark dopo l’esperienza in serie B a Salerno dello scorso anno, in questa stagione veste la canottiera della Bakery Piacenza, sempre in B, con cui ha vinto la Coppa Italia LNP qualche mese fa.

L’esperienza di Erik Czumbel negli Usa

«Questa stagione è andata abbastanza bene, rispetto al primo anno da freshman – ci  racconta Erik – Siamo  stati eliminati al secondo turno da Western Kentucky e non siamo quindi riusciti ad accedere all’NCAA Tournament. Per quanto riguarda l’anno prossimo, sicuramente rimarrò a San Antonio a giocare con il College e a proseguire il mio percorso di studi. Pescantina avrà sempre un posto nel mio cuore, infatti, è il posto in cui sono cresciuto, dove ho frequentato le Elementari e le Medie e dove ho cominciato a giocare a basket grazie a coach Marco Lunardi. Ho dei bellissimi ricordi come quando riuscimmo a battere la Reyer nella palestra di Pescantina che fu un evento per un paese che non conosceva la pallacanestro dato che lì giocavano tutti a calcio. Insomma una bellissima esperienza, ricordo bene i miei vecchi compagni con cui abbiamo condiviso tante cose belle»

Le parole di Mark Czumbel a Piacenza

«La mia stagione sta andando bene – afferma Mark – Dal punto di vista individuale sono stato un po’ altalenante in certi periodi, ma sono migliorato in molti aspetti del gioco e tutto sommato penso di essere un buon aiuto per la mia squadra. Abbiamo vinto la Coppa Italia che comunque è un riconoscimento importante e adesso siamo concentrati a realizzare l’obiettivo principale, cioè la la vittoria del campionato. Per la prossima stagione non ho ancora programmi, in questo momento sono focalizzato sulla vittoria del campionato. L’XXL Pescantina è casa mia, dove sono cresciuto e dove mi sono innamorato della pallacanestro. Sono maturato molto grazie a Marco e ho vissuto tantissimi bei ricordi insieme ai miei amici e a mio fratello».  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here