Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Dopo quasi un mese dal suo arrivo da Berlino il dubbio è ormai risolto: Ibrahimović? Leao?.
No, è Ante Rebic, arrivato a Milanello il 30 gennaio in seguito al trasferimento di Piatek all’Hertha. Rebic a segnato sei gol in quattordici partite giocate, più di tutti al Milan; superato anche Piatek che ne aveva segnati solo quattro quest’anno.

Probabilmente anche Ibrahimović ha contribuito a tutto ciò, poiché da quando l’attaccante svedese ha varcato i cancelli di Milanello, il rendimento del reparto offensivo della squadra allenata da Stefano Pioli è migliorato molto velocemente.

Quest’anno il Milan punta alla qualificazione in Champions e speriamo che grazie alla coppia d’attacco IbrahimovićRebic riesca nel suo intento e ritorni grande com’era un tempo.

Articolo precedenteLa storia di Papa Pio XII
Articolo successivoIl foglio con il testo di Sanremo di Morgan venduto per 6000 euro
Ho diciassette anni e mi piace camminare in montagna e osservare la flora e la fauna dei luoghi che visito. Amo leggere e il mio genere preferito è il fantasy: leggo spesso libri di Tolkien come “Il Signore degli Anelli”. A volte leggo anche romanzi gialli e romanzi storici, dato che una delle mie materie preferite è proprio la storia; mi piacciono tanto anche le altre materie. Suono il pianoforte, mi piace nuotare e sono uno scout. Ho la passione della fotografia e io e la mia macchina fotografica siamo pressoché inseparabili: ogni volta che andiamo in vacanza o che facciamo una semplice passeggiata, la porto sempre con me, perché non si sa mai cosa si può fotografare di bello. Ho scelto il classico perché mi piacciono le materie classiche e nella mia famiglia è quasi una tradizione. Abito a Castel d’Azzano. Sono una persona gentile, altruista e comprensiva. Da grande mi piacerebbe fare lo storico anche se ho anche altri progetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here