Baby gang, cresce la tensione in città

Aumentata la presenza di giovani violenti e bande organizzate sia in centro a Verona che in provincia: i cittadini sono spaventati e allarmati.

0
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

«Verona o Caracas?» dice il deputato di Forza Italia Flavio Tosi, «l’allarme sociale è forte e noi abbiamo cominciato a denunciarlo nei tempi non sospetti». Il riferimento è alle cosiddette “baby gang”, gruppi di giovani che per Verona e provincia sono diventati un grosso problema. 

Gli appartenenti a questi raggruppamenti di ragazzi e ragazze, spesso minorenni, non si limitano più ad agire nell’ombra, ma agiscono in pieno giorno: si sono verificati di recente episodi anche in via Roma, proprio di fianco a Piazza Bra: nello specifico sono stati aggrediti dei ragazzi delle scuole superiori vicino ad un supermercato, poi derubati e picchiati da un gruppo di giovani poco più grandi di loro.

«In periferia come in centro rapine, furti, molestie, minacce, aggressioni fisiche purtroppo non sono più episodi, ma fatti reiterati – prosegue il deputato – ad opera non solo di baby gang, ma anche di bande organizzate».

Una foto di gruppo di una delle baby gang che minacciano il centro all’Arco dei Gavi di fianco a Castel Vecchio in pieno centro storico

La città dell’amore si sta trasformando nella città del terrore? Facciamo parlare anche uno degli studenti delle scuole Stimate proprio di Verona.

Dove ti sei sentito meno al sicuro a causa di queste gang?

Purtroppo tutti i giorni. Io prendo il bus tutti i giorni e per tornare a casa devo fare dei tratti da solo e qualche volta mi ritrovo anche alla fermata senza nessuno con me. Per fortuna non mi hanno mai preso di mira, ma spesso ho temuto per la mia incolumità.

Secondo te cosa si può fare per migliorare la situazione?

Sicuramente aumentare la presenza della polizia nelle zone più diffamate, come ad esempio Pradaval, che è appunto dove io vedo più gente losca.

Infine, se fossi una ragazza che passeggia nelle strade come ti sentiresti?

Sarei spaventato, anche più di come lo sono ora. Magari con uno della mia età o leggermente più grande (con molta fatica) potrei anche difendermi, ma immagino che una ragazza sia molto meno al sicuro di me in queste situazioni, infatti se riesco evito di lasciare delle mie amiche da sole in brutte zone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here