Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Non c’è stato nessun vincitore nella partita tra Inter e Juventus, finita uno a uno.

Una partita molto intensa che, tra numerose occasioni da tutte e due le parti, gol strepitosi e ritmi sempre altissimi, non ha lasciato deluso nessuno spettatore, neanche quelli che speravano in un risultato diverso.

La partita inizia subito nel migliore dei modi per i nerazzurri che al settimo minuto trovano il gol grazie al tiro micidiale dalla lunga distanza del ninja Radja Nainggolan, che sembra essersi completamente ripreso dai problemi che lo hanno afflitto nella prima parte della stagione. Moltissime sono state le occasioni per l’Inter, che ha dominato durante il primo tempo, è andato vicinissimo al gol con il difensore olandese De Vrij con un colpo di testa a due passi dalla porta, che però è stato prontamente bloccato dal portiere Szczęsny. Un’altra occasione per l’Inter si è verificata al ventinovesimo minuto su un calcio d’angolo che arriva sui piedi di Icardi che non riesce a centrare lo specchio della porta per colpa di un ottimo scudo di Matuidi.

La Juventus rientra in campo nel secondo tempo con un atteggiamento diverso, vuole a tutti i costi riprendersi la partita. Se nel primo tempo aveva avuto il controllo del match l’Inter, nel secondo tempo si è vista molto di più la Juve in campo. Dopo diciassette minuti dall’inizio del secondo tempo, su un bellissimo assist di Pjanic, arriva il solito Cristiano Ronaldo che insacca sul primo palo con Handanovic che non può fare nulla.

La partita finisce uno a uno, un risultato che non fa né caldo né freddo alla Juve, ma che fa molto comodo all’Inter per consolidare il terzo posto che gli varrebbe il posto in Champions League.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here