Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Nel 1936, Ruth Mosko, finito il liceo, si trasferì a Los Angeles. Fu lì che, nel 1945, nel garage del suo fidanzato Elliot Handler ed insieme al suo amico Harold Mattson, fondòla “Mattel”, uno dei più importanti colossi in ambito giocattoli. Il nome deriva appunto dalla fusione dei nomi “Mattson” ed “Elliot”.

Il 9 marzo 1959 nacque Barbie, così chiamata in onore della figlia di Ruth. 

Barbie ottenne un successo enorme, tanto che nel 1959 ne vennero prodotte e vendute 351.000 al prezzo di 3 dollari ciascuna.

La prima versione fu con un costume da bagno a righe, dopo se ne aggiunsero molte altre, con gli abiti ispirati al guardaroba delle star del periodo. 

Articolo precedenteQuando è nata la quarantena?
Articolo successivoCoronavirus. Chiara Ferragni e Fedez lanciano una raccolta fondi
Vivo a Negrar, in provincia di Verona. Frequento il liceo classico alle Stimate e scegliendo questo indirizzo mi sono resa conto del vivo interesse e la curiosità che provo nei confronti delle materie umanistiche, trovo che siano a dir poco affascinanti ed inaspettatamente legate a quella che è la modernità. Le materie che prediligo sono filosofia, storia ed epica, tanto che nel tempo libero cerco di leggere più libri possibili in riferimento a queste discipline. Pratico pattinaggio sul ghiaccio e coloro che mi conoscono sanno la passione e l’impegno che impiego per questo sport, da cui indubbiamente ho ottenuto tante soddisfazioni. Riguardo al mio futuro, mi piacerebbe svolgere un lavoro che mi renda orgogliosa e che vada a premiare tutti gli sforzi fatti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here