Si sentono, si parlano e si avvicinano sempre di più. Man mano che passano i giorni Ralf Rangnick e Ivan Gazidis ragionano riguardo al modo con cui poter riportare il Milan dove si merita.

L’unico tassello ancora da sistemare è fissare la data dell’incontro faccia a faccia tra i due: infatti con questo incontro potranno essere definiti gli ultimi accordi e potrà cominciare il nuovo progetto rossonero.

Dopo le parole del presidente Scaroni in zona Milanello si è capito, anche se non c’erano dubbi, che sarà proprio Ivan Gazidis a scegliere il prossimo allenatore, e non Maldini, a cui spetterebbe il compito, in qualità di direttore tecnico.

Il futuro di Rangnick è a Milano? Lo sapremo presto, appena si svolgerà l’incontro tra l’ad del Milan e l’allenatore tedesco

L’allenatore tedesco Rangnick, data la non compatibilità di idee con Maldini, arriverebbe a Milano solo nel caso in cui l’attuale direttore tecnico venisse allontanato dalla dirigenza del club meneghino; in questo modo Rangnick avrebbe potere sia sul campo che sul mercato.

Ovviamente sarà necessario convincere Maldini a dire addio senza creare confusione all’interno della dirigenza, vista la situazione già abbastanza delicata in Casa Milan. Sicuramente preparare la ripartenza della stagione in questa situazione è ancora più difficile, con la squadra che segue un allenatore che è molto in bilico.

Cosa cambierà se Rangnick verrà al Milan? Ecco la spiegazione in un video realizzato da Onefootball Italia

Aspettando l’inizio della stagione dopo la pausa, vediamo come si risolverà la questione dell’allenatore in Casa Milan, che potrebbe dare inizio ad un nuovo progetto rossonero.

Articolo precedenteRomee Strijd è incinta!
Articolo successivoL’Antartide si tinge di verde e rosa
Giacomo Bay
Ho quindici anni e mi piace camminare in montagna e osservare la flora e la fauna dei luoghi che visito. Amo leggere e il mio genere preferito è il fantasy: leggo spesso libri di Tolkien come “Il Signore degli Anelli”. A volte leggo anche romanzi gialli e romanzi storici, dato che una delle mie materie preferite è proprio la storia; mi piacciono tanto anche le altre materie, tranne la matematica. Suono il pianoforte, mi piace nuotare e sono uno scout. Ho la passione della fotografia e io e la mia macchina fotografica siamo pressoché inseparabili: ogni volta che andiamo in vacanza o che facciamo una semplice passeggiata, la porto sempre con me, perchè non si sa mai cosa si può fotografare di bello. Ho scelto il classico perchè mi piacciono le materie classiche e nella mia famiglia è quasi una tradizione. Abito a Castel d’Azzano. Sono una persona gentile, altruista e comprensiva. Da grande mi piacerebbe fare lo storico anche se ho anche altri progetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here