Chi sarà il decimo MasterChef italiano? Domanda difficile a cui troveremo una risposta solo questo giovedì, il 4 marzo, con la finale del tanto amato talent show culinario prodotto da Sky.

Iniziato il 17 dicembre 2020, anche quest’anno il lungo viaggio che ha portato le cucine di MasterChef nei nostri salotti sta arrivando alla sua conclusione

Dopo 22 episodi ci siamo affezionati molto ai concorrenti e adesso che siamo ad un passo dalla fine di quest’esperienza un po’ ci dispiace, ma allo stesso tempo in molti aspettiamo con ansia il momento della proclamazione

La tensione quindi è molto alta sia tra i quattro finalisti, per cui sarebbe una delusione non riuscire ad aggiudicarsi la vittoria, quindi 100.000 euro e la possibilità di pubblicare un libro con le proprie ricette, quando le loro speranze di farcela si erano di fatto quasi concretizzate, sia nelle nostre case.

Anche noi infatti vorremmo che vincesse il nostro concorrente preferito e magari abbiamo già piazzato qualche scommessa amichevole con i nostri familiari e amici.

Aquila e Irene, due dei quattro finalisti di Masterchef Italia 10

Nella puntata di giovedì scorso abbiamo visto i protagonisti emozionarsi e sfogarsi un po’ dallo stress accumulato durante la competizione con una Mystery Box inaspettata al sapore di casa. Infatti, i concorrenti hanno ricevuto prima la sorpresa di una lettera da parte di una persona a loro cara, per poi ritrovarsi quelle stesse persone affianco in cucina, assieme anche all’ingrediente principale del piatto che avrebbero dovuto cucinare.

Questa prova, insieme all’Invention Test e all’ultima prova in Esterna, organizzata in una delle cucine stellate più esclusive del mondo, ovvero quella di Enrico Bartolini (chef più stellato d’Italia, con otto stelle Michelin), è stata vinta da Irene Volpe, che ha portato a casa la prima tripletta dell’edizione e il posto assicurato nella finale.

La giovane studentessa dai capelli colorati ha dimostrato, soprattutto nelle ultime puntate, di avere molto coraggio e tenacia, tanto che nel ristorante dello chef Bartolini ha scelto di eseguire il piatto di difficoltà più alta, nonostante avesse la possibilità di andare sul sicuro prendendo per se stessa quello più facile. 

Per molti concorrenti la ragazza, che è partita in sordina e che soprattutto nei primi episodi sembrava molto timida e insicura, non rappresentava un grosso pericolo, ma si è invece dimostrata una temibile avversaria.

I giovani aspiranti chef Antonio e Monir

Oltre ad Irene, che come abbiamo detto si è distinta particolarmente nelle ultime prove, un altro concorrente rimasto nella Masterclass è Monir Eddardary, il giovane aspirante chef di origini marocchine che si è salvato nello scorso Pressure Test puntando sulla semplicità con un piatto di spaghetti ai tartufi di mare. A livello tecnico forse Monir è il finalista meno preparato, ma avendo viaggiato e visto molto potrebbe comunque stupire noi e i giudici, che per questa edizione sono rimasti Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli.

Gli altri due finalisti della decima edizione di MasterChef sono Antonio Colasanto e Francesco Aquila, detto appunto nel programma “Aquila” per la sua velocità e per come punta l’obiettivo dell’idea del piatto caratteristica del rapace. Entrambi sono validi aspiranti chef e fin dall’inizio tra di loro c’è stata una “sfida nella sfida”.

Possiamo fare molte previsioni sulla prova, ma dovremo aspettare solo questo giovedì su Sky Uno per vedere chi sarà effettivamente il vincitore di Masterchef Italia 10.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here