Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Ebbene sì, ancora una volta il famoso tennista spagnolo Rafael Nadal, considerato il terzo tennista migliore al mondo, si aggiudica gli Internazionali d’Italia 2021 battendo il suo avversario Novak Djokovic, attualmente il migliore in classifica ATP, con un punteggio di 7-5, 1-6, 6-3.

Foro Italico

La partita, svoltasi giusto qualche giorno fa, si è tenuta proprio nella nostra capitale, Roma, più precisamente presso il Foro Italico. Quest’ultimo, a causa del Covid, ovviamente non ha avuto la possibilità di essere aperto totalmente al pubblico, ma almeno si è riusciti a riempirlo per il 25%.

Si potrebbe proprio ammettere che questi due grandi tennisti siano rivali di sempre, non tanto per un’antipatia tra i due, ma più che altro per l’impressionante numero di partite che hanno dovuto giocare come rivali, dato che è la sesta finale che disputano a Roma e la ben cinquantasettesima volta che si scontrano in una partita, regalando sempre ore di spettacolo intense.

Novak Djokovic

In questa occasione, il primo set è stato vinto da Nadal, che invece nel secondo è calato molto, concedendo quindi la vittoria del set a Djokovic. Sull’uno pari, a spuntarla all’ultimo set, quello decisivo, è stato proprio Nadal che allo scoccare del quarantanovesimo minuto della seconda ora di gioco ha alzato le braccia al cielo per il suo decimo trionfo agli Internazionali.

«È qualcosa di incredibile» dice quasi commosso Nadal con il trofeo tra le braccia, avendo appena ottenuto in questo modo, non solo la sua decima vittoria in questo particolare campionato, ma anche il suo ottantottesimo titolo in carriera e la ventiduesima vittoria contro il numero uno del mondo, Djokojic.

Ma chi è, più nello specifico, Rafael Nadal?

Rafael Nadal è nato sull’isola di Maiorca e fin da piccolissimo aveva mostrato questo suo talento naturale verso il tennis e perciò un suo zio paterno, tennista professionista, cominciò ad allenarlo a partire dall’età di tre anni e continuò così fino a pochissimi anni fa.

Rafael Nadal

Lui cresceva, e insieme a lui anche il suo talento e la sua passione verso questo sport partecipando e vincendo a numerose gare nazionali ed europee fino ad arrivare a quelle internazionali comprendenti paesi da tutto il mondo. A soli sedici anni fu inserito fra i primi cento migliori tennisti al mondo, un risultato incredibile, diventando quindi il secondo più giovane nella storia a riuscirci.

In questo modo ha cominciando a diventare sempre più bravo, battendo sempre più tennisti di spicco e vincendo sempre più premi ed onorificenze, come ad esempio il fatto che sia stato considerato, per un totale di 209 settimane, al primo posto come miglior tennista al mondo ed è anche l’unico tennista della storia ad aver raggiunto questa posizione nel corso di tre decenni diversi (2000-2009, 2010-2019, 2020-2029). Oppure ancora che sia l’unico campione olimpico del tennis ad aver conquistato l’oro in entrambe le specialità: nel singolo alle Olimpiadi di Pechino nel 2008, e nel doppio alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, in coppia con Marc Lopez, altro grande tennista spagnolo.

Questi ovviamente sono solo degli assaggi di tutti i premi che ha ottenuto e di conseguenza non vediamo l’ora di scoprire quali altri record e vittore avrà in serbo per noi in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here