Tempo di lettura articolo: 2 minuti

È un contributo considerevole quello voluto dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Emilietto Mirandola per favorire l’iscrizione ai centri estivi organizzati a Bovolone: sono stati infatti stanziati 35mila euro in modo tale da soccorrere tutte le famiglie in difficoltà per via dell’emergenza sanitaria. La misura parte inoltre dal presupposto che le associazioni e gli enti del Terzo settore svolgono sul territorio un ruolo fondamentale per favorire il ritorno alla socialità e alla condivisione di attività formative per bambini e ragazzi, quanto mai necessario dopo questo anno di chiusure forzate.

Proprio grazie al lavoro di tanti volontari e operatori è stato possibile anche per l’estate 2021 offrire un calendario di attività estive ricco e variegato che consente ai più giovani di trascorrere un’estate piacevole e aiuta i genitori a conciliare al meglio la vita privata e il lavoro nel periodo in cui le scuole sono chiuse. Considerando le difficoltà sociali, economiche e organizzative che hanno pesato sulle famiglie a causa della pandemia, il Comune ha deciso appunto di stanziare un contributo economico importante per aiutare le famiglie e favorire l’iscrizione ai centri estivi.

Emilietto Mirandola sindaco di Bovolone
Emilietto Mirandola sindaco di Bovolone

«I centri estivi – spiega il sindaco Mirandola – sono da sempre un supporto per i genitori. Ma dopo la crisi causata dal Covid sono diventati fondamentali per garantire assistenza alle famiglie. Considerando le difficoltà di tanti mesi chiusi in casa, era importante fare qualcosa di concreto per favorire il ritorno alla socialità dei bambini e supportare le famiglie del paese. Per questo abbiamo voluto stanziare un contributo importante pari a 35 mila euro, per sostenere la frequenza ai Centri Estivi da parte di bambini e ragazzi da 3 a 16 anni».

Il contributo economico è rivolto alle famiglie residenti a Bovolone e viene riconosciuto direttamente alle associazioni che hanno organizzato i centri estivi, che applicano alle famiglie una tariffa agevolata. Si può beneficiare del contributo per l’iscrizione di bambini e ragazzi di età compresa tra 3 e 16 anni, nei limiti della capienza del centro, e senza alcun limite legato all’iscrizione annuale alla associazione organizzatrice. I centri estivi ammessi al contributo devono avere una durata minima di 3 settimane, anche non consecutive, nel periodo compreso tra inizio giugno e la prima metà di settembre. In questo lasso di tempo dovranno essere incluse anche due ore a settimana dedicate alle attività rivolte alla tutela dell’ambiente.

Le associazioni che hanno organizzato i centri estivi sono:

  • Agesci Gruppo Bovolone;
  • Atletica Bovolone;
  • A.S.D.Bovolone 1918;
  • G.S.S.Casella;
  • Scuola dell’Infanzia Don Carlo Forante; Emmanuel Soc. Cooperativa Sociale;
  • Gea Onlus;
  • A.S.D.Sinestesia;
  • Sweet Horse;
  • A.S.D. Nuovo Tennis Bovolone.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here