Tempo di lettura articolo: 2 minuti


La variante Omicron corre nelle fognature. Tra il 19 e il 25 dicembre, cioè all’inizio delle vacanze natalizie, sono state rinvenute all’interno dell’80% delle fognature venete, tracce di Sars Cov 2, contrassegnatedalla variante Omicron.

Il dato è stato elaborato dalla dottoressa Francesca Russo, dirigente della Direzione prevenzione sicurezza alimentare veterinaria della Regione Veneto, e lo ha comunicato lo scorso 3 gennaio durante una conferenza stampa dalla sede della Protezione civile a Marghera assieme al presidente Luca Zaia.

Francesca Russo e Luca Zaia
Francesca Russo e Luca Zaia

La dottoressa spiega, infatti, che ogni settimana vengono presi e analizzati campioni dell’acqua per ricercare eventuali tracce di virus. Mettendo a confronto i campioni tra la settimana durata dal 5 all’11 dicembre con la settimana durata dal 19 al 25, il Veneto è stata l’unica regione a riscontrare la presenza di omicron all’interno dei depuratori dell’acqua. Per i test sono stati presi alcuni depuratori di riferimento, ovvero quelli di Verona, Padova, Venezia, Vicenza e Treviso.

«Assieme al sequenziamento dei tamponi è una fotografia della progressione della diffusione di questa variante». Questo è il commento che è stato rilasciato dalla dottoressa alla stampa. A quanto pare la presenza della variante all’interno delle acque, ha rappresentato e rappresenta tuttora la testimonianza del fatto che i contagi sono saliti alle stelle. La variante Omicron è molto più contagiosa delle altre varianti a causa delle mutazioni che subisce, molte delle quali sono a carico della proteina spike, che a quanto ci spiegano gli studiosi, ne favorisce la trasmissione.

Questa variante è stata individuata per la prima volta il 14 Novembre 2021 in Sudafrica, e dopo non molto tempo è stata trovata anche in altri Paesi, compresa l’Italia.  Anche in altre regioni ne è stata trovata la presenza, in particolar modo in Lombardia, con una rilevazione circa dell’80%, e in Campania con una rilevazione pari al 90%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here