Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Cinque anni dopo l’ultima volta l’Italia ritorna a vivere un altro “dramma” calcistico: è fuori dai Mondiali. La Macedonia, allo stadio Barbera di Palermo lo scorso 24 marzo, in una partita che, statistiche alla mano, è stata dominata dagli Azzurri, ha vinto 1-0 con il gol di Trajowski al 92’. Un’eliminazione incredibile e inattesa. Nonostante le statistiche, si è presentata un’Italia fiacca e confusionaria che, si è fatta beffare sul finale. Insomma nulla a che vedere con la nazionale che l’11 luglio a Wembley ha vinto l’Europeo.

La sintesi della partita

Italia campione d’Europa

L’11 giugno 2021 iniziava un percorso storico per gli Azzurri di Mancini: dopo la mancata qualificazione ai Mondiali di calcio disputati in Russia nel 2018, l’Italia si presentava ad EURO 2020. Gli Azzurri si ritrovano nel girone la Turchia, la Svizzera e il Galles. La partita inaugurale è Turchia-Italia e si gioca all’Olimpico di Roma, si gioca in Italia ed è dell’Italia: 3-0 secco. Poi arriva la partita contro la Svizzera, che vede il medesimo epilogo della sfida contro la Turchia. Infine il Galles, che perde 1-0 contro i nostri Azzurri. È punteggio pieno per i ragazzi Mancini, 9 punti su 9.

L’Italia agli ottavi sfida l’Austria, che si conclude dopo i supplementari con il risultato di 2-1 per gli Azzurri. Successivamente, arriva la squadra che occupa la prima posizione nel ranking FIFA e che, negli ultimi Mondiali, è arrivata terza: il Belgio. Squadra che nel panorama calcistico non ha bisogno di presentazioni, squadra che nella rosa trova giocatori del calibro Hazard, Lukaku e De Bruyne. Contro ogni pronostico l’Italia vince 2-1. In semifinale c’è la giovane Spagna di Luis Enrique, che in una partita tiratissima, arrivata persino ai rigori, è stata battuta dai ragazzi di Mancini: l’Italia è in finale.

11 luglio, Londra, Wembley, ore 20: è Italia- Inghilterra, è la finale. Dopo 2 minuti segna Luke Shaw, l’Inghilterra è in vantaggio. Ma nel secondo, precisamente al 67’, Leonardo Bonucci insacca in rete. È parità. Il risultato da qui non si smuove, nemmeno ai supplementari. Si va ai rigori. Dopo che, sia Berardi che Kane sono andati a segno, Belotti sbaglia il suo rigore, mentre Maguire lo realizza, portando così gli inglesi sul 2-1. Tuttavia, il risultato viene ribaltato dagli Azzurri per 3-2, con Bonucci e Bernardeschi che segnano i loro rigori mentre Rashford e Sancho falliscono. Jorginho, che fino a qui dal dischetto era stato impeccabile, fallisce il suo rigore, che viene parato da Pickford con l’aiuto del palo, ma Donnarumma neutralizza l’ultimo rigore, calciato da Saka. È apoteosi azzurra.

Europeo che si è concluso con Donnarumma miglior giocatore del torneo e ben cinque giocatori nella formazione del torneo (Donnarumma, Bonucci, Spinazzola, Jorginho e Chiesa).

Qualificazioni ai Mondiali

Il 25 marzo 2021 iniziano le qualificazioni ai Mondiali, a Parma va in scena Italia- Irlanda del Nord che si conclude per 2-0 per gli Azzurri. L’Italia proseguirà il suo percorso con altre due vittorie (contro Bulgaria e Lituania) prima di pareggiare contro la Bulgaria nella gara di ritorno. Da qui i ragazzi di Mancini otterranno 1 vittoria e 3 pareggi: l’Italia vincitrice dell’Europeo inizia ad avere i primi problemi. Con tali risultati, gli Azzurri realizzano 16 punti, tuttavia non bastano, poiché la Svizzera, con 18 punti, si è qualificata come prima.

L’Italia, dunque, deve affrontare gli spareggi e viene sorteggiata contro la Macedonia. La vincente tra le due affronterà la vincente tra Portogallo e Turchia.

L’ultima partita dell’Italia è stata contro la Turchia, sconfitta dal Portogallo, il 29 marzo in Turchia, conclusasi per 3-1 per l’Italia. Dopo l’eliminazione amara questa partita è stata definita da molti italiani come “la partita più inutile della storia”, perché appunto, non ha fatto qualificare l’Italia al Mondiale. Insomma, una inutile finalina. Inoltre ben sette giocatori hanno lasciato il ritiro di Coverciano (Immobile, Jorginho, Verratti, Mancini, Luiz Felipe, Insigne e Berardi).

Riscatto?

Da finalina si passa, però, a Finalissima: la nazionale campione d’Europa, infatti, sfiderà la nazionale campione del Sudamerica. Il 1° giugno, là, dove l’Italia ha vinto l’Europeo, a Wembley, sfiderà l’Argentina, Campione d’America, per aggiudicarsi la Coppa Finalissima.

Articolo precedenteLe mura di Lucca, gioiello da scoprire
Articolo successivoGuerra all’informazione
Ho 15 anni e abito a Castel D’Azzano. Tra i miei hobby ci sono la pallacanestro, ascoltare la musica, guardare film e alle volte mi piace montare video. Adoro anche viaggiare e spero in futuro di farlo molto, chissà magari anche per lavoro. Tra i paesi che mi piacerebbe visitare ci sono la Spagna, l’Inghilterra, l’America e molti altri. Inoltre mi piace molto uscire con gli amici. Frequento il liceo classico perché dà molti sbocchi sul piano di lavoro, e quindi ho una vasta scelta. Mi ritengo una persona molto sportiva. Infatti oltre a praticarlo, mi piace guardarlo lo sport: seguo per lo più il basket, il calcio e la formula 1.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here