Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Va in scena al Teatro Nuovo dal 15 novembre al 24 marzo la ventiquattresima edizione della rassegna “Divertiamoci a teatro” organizzata dal Teatro Stabile di Verona. Tra i protagonisti di questa ventiquattresima edizione Antonio Catania, Paola Quattrini, Gianluca Ramazzotti, Paola Barale, il duo Ale e Franz, Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta, Benedicta Boccoli, Lorenza Mario, Lodo Guenzi, Marco Zoppello, Giorgio Lupano e Attilio Fontana. In cartellone divertenti testi contemporanei, due commedie di Molière, l’immortale Agatha Christie e un canovaccio del 1717 su Arlecchino per un omaggio alla Commedia dell’arte.

Questa edizione segna anche il ritorno alla normalità di sempre per via di capienza della sala e del “non obbligo” delle mascherine. Come nelle passate edizioni, nei giovedì di spettacolo gli attori incontreranno il pubblico.

A inaugurare la rassegna, dal 15 al 18 novembre, sono Antonio Catania, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini, Paola Barale e Nini Salerno protagonisti di “Se devi dire una bugia dilla grossa (Two into one)”, esilarante commedia di Ray Cooney del 1984 rappresentata per la prima volta in Italia nel 1986 con la regia di Pietro Garinei. La commedia viene riproposta con la pluripremiata regia originale di Garinei del 1986.

Ale e Franz

La rassegna prosegue, dal 29 novembre al 2 dicembre, con “Comincium”, il nuovo spettacolo di Ale e Franz che, con una band di cinque elementi con loro in scena (voce, chitarra, basso, tastiere e batteria), affrontano temi di attualità usando come elemento scenico la panchina che rese celebri i loro litigi a Zelig.

 Il terzo spettacolo in cartellone, “La scuola dei mariti” di Molière (di cui ricorre il quattrocentesimo della nascita), è in programma dal 6 al 9 dicembre con la regia di Piergiorgio Piccoli. Ne sono interpreti Anna Zago, Aristide Genovese, Anna Farinello, Daniele Berardi e lo stesso Piccoli.

Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta

La quarta opera in cartellone (dal 20 al 23 dicembre) è “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?” di Gabriele Pignotta che, oltre a esserne l’autore e il regista, ne è il protagonista insieme a Vanessa Incontrada. Al centro di questa “commedia degli equivoci” l’ossessione della visibilità e la mania di successo.

La quinta opera in cartellone (dal 17 al 20 gennaio) è “Le preziose ridicole” con Benedicta Boccoli e Lorenza Mario. Liberamente tratta da Molière, la commedia è firmata da Stefano Artissunch ed è ambientata nel mondo dell’avanspettacolo in una Roma degli anni Quaranta.

La rassegna prosegue (dal 7 al 10 febbraio) con “Trappola per topi”, l’intramontabile capolavoro di Agatha Christie entrato nel Guinness dei primati per essere rimasto in cartellone nello stesso teatro, il New Ambassadors di Londra, ininterrottamente dal 1952 al 2020. Con la regia di Giorgio Gallione ne è protagonista Lodo Guenzi.

In programma dal 7 al 10 marzo il penultimo appuntamento della rassegna: “Arlecchino muto per lo spavento”, spettacolo ispirato al canovaccio Arlequin muet par crainte di Luigi Riccoboni del 1717. Nel cast di questo raffinato omaggio alla Commedia dell’arte, nel ruolo di Arlecchino, Marco Zoppello che cura anche la regia.

A chiudere “Divertiamoci a teatro” (dal 21 al 24 marzo) è “Tre uomini e una culla”, versione teatrale dell’omonimo film di Coline Serreau del 1986. Nei panni dei tre inveterati scapoli parigini Giorgio Lupano, Attilio Fontana e Gabriele Pignotta che firma la regia.

Appena possibile saranno comunicate le modalità per il rinnovo degli abbonamenti, per l’acquisto di quelli nuovi e per l’acquisto dei biglietti per i singoli spettacoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here