Giardino Giusti, uno dei gioielli nascosti di Verona

Giardino Giusti: il luogo perfetto per passeggiare, per godersi la bellezza dei giardini storici italiani e per ammirare una vista mozzafiato!

0
Il cortile d’onore di Giardino Giusti.
Il cortile d’onore di Giardino Giusti.
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Situato nel cuore di Veronetta a pochi passi dall’Arena di Verona, il Giardino Giusti è considerato come uno degli esempi più interessanti di giardino all’italiana, eppure, anche da molti veronesi, questo luogo rimane ancora sconosciuto.

Foto fontana di Giardino Giusti
Foto fontana di Giardino Giusti

Nel giardino sono presenti giochi d’acqua, un labirinto, alti cipressi, alberi di agrumi, grotte e belvedere suggestivi. Lungo un percorso articolato su diversi livelli e con vari punti panoramici si gode di una vista unica sulla città di Verona.

Il principale artefice del giardino e del palazzo fu Agostino Giusti, che era uomo colto, appassionato di musica e di pittura, in contatto con i Medici e gli Asburgo, nonché fiduciario dei Veneziani

Giardino Giusti è l’unico giardino cinquecentesco all’italiana presente a Verona ed è un classico esempio di parco rinascimentale, che incanta per l’armonia tra arte e natura, grazie alle sue statue mitologiche, fontane, grotte, reperti romani e vasi con agrumi. Esso è diviso in due parti da un lungo viale di cipressi: da un lato si trova un classico giardino all’italiana suddiviso da simmetriche aiuole con siepi di bosso e decorato da statue mitologiche e fontane rinascimentali. Dall’altro troviamo il bosco che conduce alla parte alta del giardino, sulla quale si trova una rupe.

Foto del giardino di Giardino Giusti.
Foto del giardino di Giardino Giusti.

L’atrio d’ingresso presenta un portico a sei arcate aperte sul cortile d’onore . Oltre il cancello si intravede il lungo viale di cipressi che termina nella grotta e il mascherone scolpito nella rupe

Molti personaggi illustri hanno passeggiato all’ombra degli alberi di Giardino Giusti, tra cui Goethe, Giuseppe II, Cosimo III de’ Medici, Mozart e lo zar Alessandro. Nel giardino era anche presente il famoso cipresso sotto cui si riposò Goethe durante la sua visita nel 1817, e citato nella sua opera “Viaggio in Italia”.

Il cipresso non è al giorno d’oggi visibile all’interno di Giardino Giusti, poichè nel 2020 è stato sradicato da una terribile tempesta insieme a molti altri alberi.

Questo Giardino è, dunque, uno dei posti più affascinante e incantevole di Verona!

Foto del giardino di Giardino Giusti.
Foto del giardino di Giardino Giusti.
Previous articlePorta Palio, grande opera del Sanmicheli a Verona
Matilde Chini
Piacere,sono Matilde Chini e sono una studentessa del liceo classico “alle Stimate”. Ho scelto questo indirizzo perché sin da piccola mi appassionava particolarmente la lettura e la scrittura. Ho due sorelle entrambe più piccole di me, Sofia che ha 12 anni e Emma che ne ha 8. Certe volte litigo con loro, però alla fine gli voglio bene e sono grata di averle come sorelle. Mi ritengo una ragazza tranquilla, solare,gioiosa e certe volte timida… Nel mio tempo libero amo nuotare, ascoltare la musica e soprattutto stare con la mia famiglia e con i miei amici. Nuoto da quasi nove anni e questo sport mi ha spesso posto degli ostacoli difficili da superare,che mi hanno aiutato a crescere. Mi ha portato, anche, molte gioie e spesso anche delusioni che mi hanno insegnato a diventare una persona più determinata e,sotto alcuni punti di vista, più testarda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here