Tempo di lettura articolo: < 1 minute

È morto il 4 marzo 2019, il primo lunedì del mese, l’attore amato da due generazioni. Una attaccata a Dylan McKay di Beverly Hills 90210, l’altra a Fred Andrews di Riverdale. Un personaggio che se ne va lasciandosi dietro un mondo che difficilmente si scorderà di lui. Come è avvenuto per James Dean, attore morto a 25 anni nel settembre del 1955, il suo nome è all’interno del gruppo dei “belli e dannati”, cioè attori di grande successo deceduti in giovane età. L’ictus che lo ha colpito nella sua casa  Sherman Oaks. Il ricovero è durato 4 giorni, ma nulla ha impedito il decesso.

Già due ore dopo l’annuncio della sua morte migliaia, forse milioni, di fan hanno pubblicato su tutti i social condoglianze, video ricordo e frasi da lui dette durante i suoi innumerevoli film e serie TV. In particolare Fabio Alisei, pseudonimo di Fabio Borghini, un disk jockey e conduttore radiofonico italiano, ha postato sul suo profilo di Facebook un commento sulla morte dell’idolo di persone di tutto il mondo: “Quando muore una persona, si porta dietro il corpo, quando muore un personaggio, si tira dietro molto di più”. Infatti nella tomba si porterà dietro sogni, amori impossibili, l’essere idolo, poster appesi alle pareti, ricordi e ore da soli o in compagnia davanti al viso tramite schermo di Luke.

Già definito “bello ma dannato” nella serie del periodo fra il 1990 e il 2000, Luke verrà visto e rivisto ancora per molto nonostante tutto e rimarrà colui che è stato idolo di intere  generazioni.

(immagine in copertine:https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Luke_Perry_(32983346134).jpg)

Articolo precedenteAndromeda e Via Lattea in rotta di collisione, finalmente sappiamo quando avverrà
Articolo successivoMichelangelo, storia di un artista geniale
Sono un adolescente di 15 anni, nato in inghilterra da mamma italiana e padre inglese, abito nella provincia di Verona dal 2005 e frequento il liceo classico nella scuola paritaria alle Stimate. La scelta dell’indirizzo classico e` dovuta all’apertura mentale che ho e l’approccio con le materie umanistiche che ho sempre amato e coltivato fin da piccolo. Non solo latino e greco, ma anche scienze e matematica sono molto importanti per me. E` per questo che seppur non facendola come materia a scuola ho preso in prestito dei libri di fisica per approfondire la materia e per portare avanti anche i progetti che faccio con i miei amici. Ci piace costruire oggetti strani e passare tempo fuori all’aperto, ma anche il tempo per i videogiochi non manca. Ma oltre agli amici passo molto tempo ad allenarmi con la mia squadra di basket, con cui ho condiviso vittorie e sconfitte, tutte esperienze che hanno formato la persona che sono: simpatico, socievole e curioso. Non conosciamo la conformazione della maggior parte delle cose che ci circondano, per questo uno dei miei obiettivi e` conoscere più cose possibili per eliminare le mie incertezze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here