Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Seconda sconfitta di fila per un Milan che sembra essere entrato in un buio tunnel di risultati negativi, dopo il KO nel derby e la sconfitta in questa partita importantissima per cercare di ritornare in Champions dopo sei anni.

La partita inizia in modo assai inaspettato con un errore madornale del portiere rossonero Donnarumma, che con un appoggio sbagliato regala la palla a Defrel, che usa la sua agilità per calciare di prima la palla verso la porta sguarnita, portando così in vantaggio i blucerchiati prima che scada il primo minuto di partita.

Un gesto molto apprezzato è stato quello di Quagliarella che è andato subito a consolare il portiere compagno di nazionale dopo l’errore.

La partita, comunque, non manca di emozioni: tante occasioni da tutte e due le parti, in particolare clamorosa la traversa di Quagliarella e il salvataggio quasi sulla linea di Colley su un tiro in girata del difensore del Milan Musacchio.

La partita si conclude con le proteste dei giocatori del Milan che reclamano un rigore per fallo su Piatek da parte di Murru. Orsato, dopo aver chiesto l’assistenza della VAR, decide di non concedere il rigore e al 97esimo, dopo il triplice fischio, dona alla Samp una vittoria meritata, che la fa salire momentaneamente all’ottavo posto, nella speranza che il Torino perda o pareggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here