Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Si è giocato martedì sera, all’Allianz Stadium di Torino, il ritorno del quarto di finale di Champions League tra Juventus e Ajax, dopo che l’andata si era conclusa con un pareggio (1-1).

L’Ajax questa volta è nettamente superiore ai bianconeri sia come tattica di gioco che come aggressività, invece la Juventus non sembra pronta alla grande serata.

Allegri sceglie di affiancare a CR7 Dybala e Bernardeschi. Dopo 28 minuti dall’inizio del primo tempo, i bianconeri passano in vantaggio con un goal di testa di Ronaldo su calcio d’angolo. L’arbitro consulta la Var per un possibile fallo da parte della Juve in area piccola, ma è tutto regolare e la squadra di Allegri passa in vantaggio.

Passano appena sei minuti e al 34esimo l’Ajax recupera con un goal di Van De Beek. A inizio secondo tempo la Juventus non è più la stessa e dopo aver perso quella poca aggressività che aveva, per l’Ajax è facile prendere le redini del gioco e passare in vantaggio al 67esimo con De Ligt, che segna il 2-1 su calcio d’angolo.

La Juve dopo essere passata in svantaggio non riesce più a reagire e la partita finisce 2-1 per l’Ajax.

I bianconeri per il secondo anno di fila devono fermarsi ai quarti di finale, mentre l’Ajax passa il turno e aumentano sempre di più le possibilità per la squadra di Ten Hag di vincere la Champions League.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here