Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Data l’emergenza Covid-19, sono state poste delle regole che limitano i contatti interpersonali non solo nelle normali abitudini, ma anche in situazioni in cui le relazioni con i propri famigliari sono ormai essenziali.

Per questo, l’ospedale P. Pederzoli di Peschiera del Garda, ha reso disponibile per i propri pazienti 6 tablet per chiamare i propri cari, che dopo l’utilizzo vengono adeguatamente disinfettati.

Questa iniziativa ha avuto un riscontro immediato e positivo sia da parte dei pazienti, sia da parte dei famigliari. Inoltre, è una buona iniziativa che potrebbe essere allargata a molti altri ospedali in questo periodo di quarantena che impedisce le visite.

Articolo precedenteCoronavirus: Djokovic dona un milione di euro
Articolo successivoDio sopra la tempesta
Sono nata il 4 agosto del 2004 e frequento il liceo classico Alle Stimate. Abito a Peschiera, un paese sul Lago di Garda al quale sono molto legata non solo per le amicizie d’infanzia, ma anche perché considero il lago un posto stupendo, soprattutto d’estate. Mi reputo una persona molto solare, amichevole e creativa, ma quando ho le mie giornate no, è meglio non parlarmi. Il mio hobby preferito è ascoltare la musica, la ascolto in qualsiasi situazione mi trovi, è la mia via di sfogo per ogni cosa. Trovo bello ogni genere musicale, ma credo di aver sviluppato un senso perfino troppo critico nei confronti della musica: se una canzone non mi piace, non posso farci proprio nulla. Non ho un’idea ben precisa di quello che vorrei fare nel futuro, ed è anche la ragione per la quale ho scelto il liceo classico, perché penso che riuscirà ad aprirmi diverse porte per la scelta dell’università.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here