Si risveglia il vulcano Anak Krakatau

È tornato ad eruttare, nella notte tra il 10 aprile e l’11 aprile 2020 in Indonesia.

0
Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Il “figlio” del vulcano Krakatoa è tornato attivo sull’isola disabitata di Rakata, nello stretto della Sonda tra Sumatra e Giava. L’eruzione ha provocato l’emissione di lava e un’alta colonna di cenere e fumo, fino a 15 chilometri in cielo.

Per ora non sono state identificate vittime, ma nel 2018 provocò uno tsunami che uccise più di 430 persone. Anak Krakatau significa “Figlio del Krakatoa”, e ricorda la sua “nascita” o derivazione dal vulcano Krakatoa, che nel 1883 ha innescato un periodo di   raffreddamento globale, con la sua eruzione.

Grande paura per il popolo indonesiano, che ha visto un’incredibile colonna di fumo e cenere elevarsi, successivamente c’è stato un boato e l’esplosione.

Il popolo indonesiano ha espresso tutta la preoccupazione attraverso Twitter, su cui attualmente vengono caricate foto e video della spettacolare, ma spaventosa, eruzione.

Previous articleGaia vince Amici 2020
Next articleOrso sul Carega entra nei rifugi
Carola Rigodanza
Vivo a Negrar, in provincia di Verona. Frequento il liceo classico alle Stimate e scegliendo questo indirizzo mi sono resa conto del vivo interesse e la curiosità che provo nei confronti delle materie umanistiche, trovo che siano a dir poco affascinanti ed inaspettatamente legate a quella che è la modernità. Le materie che prediligo sono filosofia, storia ed epica, tanto che nel tempo libero cerco di leggere più libri possibili in riferimento a queste discipline. Pratico pattinaggio sul ghiaccio e coloro che mi conoscono sanno la passione e l’impegno che impiego per questo sport, da cui indubbiamente ho ottenuto tante soddisfazioni. Riguardo al mio futuro, mi piacerebbe svolgere un lavoro che mi renda orgogliosa e che vada a premiare tutti gli sforzi fatti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here