Coronavirus, riduzione significativa dell’inquinamento

L’inquinamento in Europa si è ridotto a causa del lockdown per l'emergenza Covid-19

Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il COVID-19 una pandemia globale, sono aumentate le misure di sicurezza per contrastare la diffusione e l’incremento dei casi sul territorio nazionale: lo stop a tutte le attività produttive e agli esercizi non essenziali ha causato un rallentamento del motore produttivo del paese e un impatto indiretto sull’ambiente, che ha portato a una significativa diminuzione delle concentrazioni di diossido di azoto, uno dei principali inquinanti dell’atmosfera.

Analizzando i dati del satellite Copernicus Sentinel-5P, l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) ha registrato una riduzione delle concentrazioni di diossido di azoto, dannose per la nostra salute e in particolare per le vie respiratorie, anche del 45-50% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. In particolare si evidenzia una riduzione del 49% su Roma, 48% su Madrid, 47% su Milano, 54% a Parigi.

Rispetto alle concentrazioni medie mensili del 2019, le nuove immagini hanno evidenziato una significativa diminuzione delle concentrazioni di diossido di azoto (rappresentate nelle immagini dalle aree in rosso) nel periodo che va dal 14 al 25 marzo 2020: «Le concentrazioni di diossido di azoto variano di giorno in giorno a causa dei cambiamenti meteo. Non si possono trarre conclusioni basandosi soltanto su un solo giorno di dati», spiega Henk Eskes del KNMI (Reale Istituto Meteorologico d’Olanda).

Gli ossidi di azoto vengono prodotti da tutti i processi di combustione ad alta temperatura, per ossidazione dell’azoto atmosferico e in misura minore per ossidazione dei composti dell’azoto contenuti nei combustibili. Anche gli allevamenti intensivi contribuiscono alle concentrazioni dei nitrati. Il diossido di azoto è un inquinante per lo più secondario, che si forma in atmosfera principalmente per ossidazione del monossido di azoto.

Il rallentamento economico causato dall’emergenza coronavirus ha avuto così un impatto indiretto sulla riduzione dell’inquinamento in Cina e in Europa.

Un messaggio significativo dell’era Covid-19 che ci invita a sperare nella fine di un incubo mondiale e nell’inizio di nuove misure atte a proteggere il delicato equilibrio del nostro pianeta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here