La Corte di Londra ha stabilito che Johnny Depp picchiava la moglie Amber Heard (durante la loro relazione). L’attore, nonostante abbia portato in tribunale prove concrete per sostenere la sua innocenza, ha perso la causa e la sua carriera, di conseguenza, è davvero appesa ad un filo. 

L’ex Pirata dei Caraibi, nel frattempo, ha annunciato che intende dimostrare la falsità delle accuse che gli sono state attribuite.

È importante sapere che Depp non è stato propriamente licenziato dalla Warner Bros, ma gli è stato gentilmente chiesto di dimettersi (cosa che l’attore ha fatto il 6 novembre 2020).

Neanche a dirlo, ovviamente si è aperta subito una gara per sostituire il ruolo di Depp nella saga e quindi non ci resta che aspettare di vedere chi sarà il nuovo “Gellert Grindelwald”.

Tra i candidati per rivestire il ruolo del perfido mago c’è in prima fila l’attore danese Mads Mikkelsen, il quale è diventato famoso per l’interpretazione del cattivo in “Casino Royale” (2006) e da allora è apparso in numerose produzioni internazionali. 

Il nome di un altro possibile sostituto è quello dell’attore Colin Farrell, in quanto la sua scelta sarebbe come “un ritorno al passato” senza disturbare e stravolgere  troppo la fantasia dei fan, poiché Farrell nella saga rivestiva il ruolo di “l’Auror Percival Graves”, impegnato nella caccia del temibile obscurus, quindi Graves non è di certo un personaggio “buono” ma in realtà è il mago “Grindelwald” travestito.

In ogni caso nel terzo film della saga, di Johnny non ci sarà neanche l’ombra, e questo sicuramente rattristerà moltissimi dei suoi fan. 

La scioccante notizia della sua assenza ci arriva direttamente, attraverso un comunicato su Instagram, nel quale ribadisce la sua innocenza e rende pubblico la sua dimissione dalla saga di Animali Fantastici, il cui terzo capitolo (su cinque) è attualmente in fase di lavorazione in Inghilterra.

Infatti venerdì scorso, Depp aveva annunciato: «Desidero farvi sapere che mi è stato chiesto dalla Warner Bros di dimettermi dal mio ruolo di “Grindelwald” in Animali fantastici e ho rispettato e accettato quella richiesta. Poi la sentenza del tribunale inglese non cambierà la mia lotta per la verità e confermo che ho intenzione di presentare appello, poiché la mia determinazione rimane forte e intendo dimostrare che le accuse contro di me sono false, ma soprattutto che la mia vita e la mia carriera, nel tempo, non saranno definite da questa vicenda».

Nel momento in cui a Depp è stata comunicata la novità, lui aveva già girato una sola scena, da quando a Londra erano iniziate le riprese (lo scorso 20 settembre 2020) ma la domanda che tutti noi ci poniamo è se effettivamente verrà comunque pagato.

Anche non farà parte del film, la risposta è sì, in quanto la risoluzione è stata piuttosto “amichevole”  e viene definita tale, perché il divo aveva un contratto “pay-or-play” cioè che garantisce il completo risarcimento (di circa 10 milioni di dollari) all’attore, indipendentemente dal fatto che il film sia stato realizzato o meno o il ruolo venga dato ad un altro o a lui stesso. 

Online si sta firmando una petizione per richiamare Johnny Depp al suo ruolo e tutto ciò sta riscuotendo migliaia di firme. 

In ogni caso l’uscita del terzo film è stata posticipata all’estate del 2022 ed inutile dire che i fan, attendono con ansia e speranza un possibile ritorno di Johnny Depp, nonostante la sua dimissione. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here