Come sappiamo, da quando l’emergenza Covid-19 è arrivata in Italia, Chiara e Fedez non hanno esitato a dare una mano con aiuti, donazioni, raccolte fondi.

Per il loro servizio reso alla città di Milano durante il periodo della pandemia, sono stati insigniti dell’Ambrogino d’Oro.

L’Ambrogino d’Oro è un premio appartenente esclusivamente alla metropoli milanese e prende il nome dal santo patrono, Sant’Ambrogio. I riconoscimenti che conseguono da questo premio sono di due tipi: una medaglia d’oro o un attestato di civica benemerenza.

Ogni anno vengono premiati i cittadini ritenuti più meritevoli dall’Ufficio di presidenza del consiglio comunale di Milano, fino a un massimo di 15 medaglie e 20 attestati; il sindaco ha diritto di veto sulla scelta. 

Quest’anno la scelta è ricaduta proprio su coloro che hanno prestato maggior servizio nell’affrontare la pandemia; tra questi, oltre al personale sanitario rimasto vittima del covid, i Ferragnez. Tra le varie iniziative da loro avviate, la più importante quella della raccolta fondi per la costruzione di un reparto Covid all’ospedale San Raffaele.

Fedez, Chiara e il loro piccolo Leo

Nonostante questa buona notizia, l’associazione Codacons ha affermato di avere intenzione di sporgere denuncia contro di loro. Tutto ciò ha scatenato la reazione del rapper, che ha detto pubblicamente che si rifiuteranno di pagare i 200 mila euro richiesti per non portare la vicenda in tribunale.

Articolo precedente“Too Good To Go”, nuova app contro lo spreco alimentare
Articolo successivoNella trappola del servilismo e dell’ipocrisia
Mariavittoria Soardo
Sono una studentessa al secondo anno di liceo classico alle Stimate, mi chiamo Mariavittoria e abito nella provincia di Verona. Sono una persona solare e cerco sempre il lato positivo delle cose, mi piace contagiare gli altri con l’entusiasmo e vedere in loro la serenità che provo a trasmettere. Nel tempo libero mi piace disegnare, ascoltare musica di vari generi e trovare sempre nuovi passatempi, ma più di tutto mi piace dormire. Pratico uno sport a livello agonistico tre volte a settimana e partecipo a diversi corsi extrascolastici. Il fine settimana (oltre a dormire molto) cerco di “staccare la spina” dalla frenesia di tutti i giorni e mi distraggo uscendo con gli amici e guardando serie tv. Non ho un’idea precisa su un eventuale professione dopo gli studi, ma ciò a cui aspiro è trovare un lavoro che mi piaccia e, soprattutto, che mi permetta di viaggiare il più possibile. Mi piacerebbe molto fare l’esperienza di studio all’estero durante il liceo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here