In un periodo in cui si vive nell’incertezza e sono poche le cose concesse dalle dure restrizioni, sono arrivate anche le vacanze di Carnevale e mai come quest’anno una grande mole di neve candida e bianchissima ha innevato le nostre cime veronesi. Il Covid ha però reso impraticabili moltissime attività, tra cui anche lo sci da discesa. Tuttavia è così che si sono riscoperte le ciaspole, ma soprattutto lo sci da fondo.

Sci da fondo in Lessinia

Molti, che si sentono sempre più claustrofobici tra le mura di casa, dentro cui siamo confinati da ormai molti mesi a causa della pandemia, hanno scoperto nello sci da fondo l’opportunità di uscire dalle proprie abitazioni, per immergersi nella natura e rigenerare la mente, praticando così del sano movimento che negli ultimi mesi, con la chiusura di palestre e strutture sportive, è venuto a meno.  La Lessinia è diventata la meta più gettonata per andare sulla neve restando all’interno della nostra provincia. C’è da segnalare però che a seguito di queste nuove dinamiche, gli spostamenti sono di conseguenza aumentati del 25% e il sindaco di Bosco Chiesanuova, Claudio Melotti, ha affermato: «Non si sono mai visti tanti sciatori come quest’anno».

In tutto ciò le norme Covid sono state rispettate?

Persone in coda per gli sci in Lessinia (foto da L’Arena)

Mentre negli ultimi mesi nei comuni di zona arancione gli spostamenti potevano avvenire solo in caso di necessità, se ci si trovava in zona gialla si poteva andare liberamente in montagna, sempre rispettando le norme anti-Covid: la mascherina e il distanziamento, per evitare la diffusione del virus. E’ però su questi punti che si è discusso molto: anche se la mascherina era indossata dalla maggior parte delle persone, il grande afflusso di queste ha portato a molti assembramenti, soprattutto davanti al locale per il noleggio degli sci o nei parcheggi. Sono anche state date numerose multe a coloro che vi si recavano nei giorni di zona arancione, dove gli spostamenti dovevano essere limitati.

Come si poteva quindi ipotizzare, molte persone si sono mosse verso la vicina Lessinia durante questo ponte di Carnevale, per godere della neve rimasta prima che si sciogliesse completamente con l’arrivo di marzo. Lo sci da discesa e da fondo, le ciaspole e lo slittino sono stati scelti da molti per trascorrere alcuni giorni con divertimento e leggera spensieratezza.

Articolo precedenteHarry e Meghan aspettano un secondo figlio
Articolo successivoTutti i volti degli Arsenio Lupin
Arianna Antonelli
Ciao, il mio nome è Arianna e frequento la quinta ginnasio del liceo classico “Alle Stimate”. La scelta di questo indirizzo non è stata per nulla semplice: non avevo le idee chiare sul mio futuro e non riuscivo a trovare delle preferenze determinanti tra materie umanistiche e scientifiche. Per mio carattere infatti tendo sempre a vedere ciò che di interessante c’è in ogni argomento e ciò mi porta poi ad appassionarmici. Ho un carattere propositivo, estroverso e solare: adoro ridere, condividere emozioni e divertirmi con gli amici. Ho molti interessi e passioni che nel tempo ho sviluppato e che mi hanno arricchito sotto tanti aspetti: l’arte e la pittura, che vivo a 360° grazie anche a mia mamma, che mi ha fatto conoscere questo magico mondo; la danza, che mi permette di esprimere ciò che provo in un modo unico e molto personale e il canto, che fa sempre vibrare la mia anima. Da sempre appartengo con fierezza al mondo Scout che attraverso tantissime esperienze mi ha regalato nuove prospettive e gusto della vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here