Cos’è la web reputation?

Dare un buona immagine di sé, soprattutto sui social, è estremamente importante anche per il nostro futuro lavorativo.

Tempo di lettura articolo: 4 minuti

La web reputation è fondamentale e può condizionare addirittura il nostro futuro nel campo del lavoro, infatti è come se fosse il nostro biglietto da visita digitale, costruito tramite social network e a disposizione di tutti, anche di possibili datori di lavoro. 

E’ sempre importante dare una buona immagine della propria persona sia nella realtà, ma soprattutto sui social network, che di questi tempi contano milioni di utenti attivi e collegati quasi quotidianamente.

Infatti, se digitiamo il nostro nome su Google o su qualsiasi altro motore di ricerca, possiamo notare cosa appare: ad esempio, se siamo sportivi troveremo l’elenco delle vittorie che abbiamo conseguito o magari la partecipazione a eventi o manifestazioni sportive.

Ciò non toglie che vengano scritti anche aspetti negativi della nostra persona, che (anche involontariamente) abbiamo reso pubblici sui nostri profili e la gente sui social si fa un’opinione (può essere anche sbagliata logicamente) ed in base a quest’ultima potrebbere dipendere anche il nostro futuro, poiché c’è in gioco anche la nostra reputazione.

Viviamo in un’epoca in cui i social fanno parte del nostro quotidiano e proprio per questo bisogna prestare attenzione a ciò che si decide di pubblicare e condividere con i propri utenti o follower .

Ma perchè bisogna essere cauti nel decidere cosa pubblicare ? 

La risposta è molto semplice, poiché il pubblico è molto più ampio di quello che noi pensiamo, infatti gli scritti per esempio ad Instagram, Twitter, Facebook o altre piattaforme social, non sono solo i giovani ed adolescenti, ma anche persone adulte e magari anche i nostri futuri datori di lavoro.

Inoltre, oggi giorno sempre più reclutatori e responsabili aziendali, ricercano i potenziali candidati in internet ed i contenuti online influenzano il loro giudizio a tal punto da poterli indurre ad escludere alcuni candidati dalla selezione, poiché vengono ritenuti avere una cattiva reputazione o semplicemente essere persone inaffidabili.

Infatti, come dicevamo le aziende non si limitano solo a leggere il curriculum della persona che si vuole offrire per quel determinato lavoro, ma secondo recenti studi, circa il 70% del personale dell’azienda sfrutta i social per cercare maggiori informazioni sui propri candidati, mentre il 25% dei datori di lavoro italiani hanno dichiarato di avere escluso almeno un candidato, proprio a causa di foto, commenti, post inadeguati e pubblicati sui propri profili virtuali.

A proposito di questo si consiglia di utilizzare profili privati, di modo che noi proprietari possiamo realmente renderci conto chi vede e chi condivide la nostra attività sui social network.

Meglio evitare commenti offensivi, discussioni accese su temi politici e quant’altro, insomma è necessario restare il più possibile imparziali, evitando polemiche riguardo ad argomenti delicati, poiché in un futuro quello che scriviamo in rete  arriverà nelle mani di chi dovrà decidere il nostro futuro lavorativo.

Tuttavia, questo non è affatto un discorso per mettere timore o angoscia, anzi il fine è quello di far capire che scrivere determinate cose su piattaforme che contano tantissimi utenti, per di più se il nostro profilo è pure aperto al pubblico e frequentabile da qualsiasi persona, può diventare estremamente rischioso.

Indubbiamente, i social sono una risorsa per accrescere la propria visibilità nel mondo del lavoro è può essere un aspetto positivo se usati con moderazione e intelligenza ed inoltre, favoriscono le relazioni con un pubblico, che si auspica abbia i nostri stessi interessi ed ideali, insomma vanno a rappresentare quasi a 360 gradi la nostra personalità e conferiscono agli altri di dare un’opinione su di noi che poi sarà fondamentale.

Ciò che viene scritto su internet della nostra immagine è il frutto dell’idea che la gente si è fatta di noi ed in questo caso è inutile fare i moralisti della situazione, dicendo “l’opinione che gli altri hanno su di me non mi tocca affatto” poiché questo può valere solo nel mondo reale, nel quale le persone conoscendoci veramente possono farsi un’opinione negativa o positiva su di noi, ma sui social non funziona così, è logico, ci si basa sulle apparenze, poiché tutte le persone che sono iscritte ai nostri profili non possiamo conoscerle tutte e quindi si ricade nell’errore di attribuire un giudizio magari negativo ad una persona che addirittura non si conosce.

Il messaggio che vogliamo dare è quello di utilizzare questi mezzi (social) non come un gioco ma con attenzione perché se vengono impiegati con ragione, allora possono essere tranquillamente un posto per condividere le proprie passioni ed ideali, in caso contrario potrebbero davvero inficiare la nostra carriera, insomma i social sono un’arma a doppio taglio se usati in modo scorretto.

Se ben curata la nostra “web reputation” può diventare anche uno strumento strategico per rendere il profilo interessante e con un seguito vasto, fornire informazioni aggiuntive sulla nostra persona ed alla fine come tutti sappiamo fare una buona impressione è sempre una garanzia (in particolar modo sui social).

Articolo precedenteSanremo 2021? Amazon non può mancare
Articolo successivoQuali sono le origini della Festa della Donna?
Vivo a Negrar, in provincia di Verona. Frequento il liceo classico alle Stimate e scegliendo questo indirizzo mi sono resa conto del vivo interesse e la curiosità che provo nei confronti delle materie umanistiche, trovo che siano a dir poco affascinanti ed inaspettatamente legate a quella che è la modernità. Le materie che prediligo sono filosofia, storia ed epica, tanto che nel tempo libero cerco di leggere più libri possibili in riferimento a queste discipline. Pratico pattinaggio sul ghiaccio e coloro che mi conoscono sanno la passione e l’impegno che impiego per questo sport, da cui indubbiamente ho ottenuto tante soddisfazioni. Riguardo al mio futuro, mi piacerebbe svolgere un lavoro che mi renda orgogliosa e che vada a premiare tutti gli sforzi fatti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here