Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Il 2021 è l’anno del settecentenario della morte di Dante Alighieri, illustrissimo poeta e scrittore italiano, conosciuto per la sua cultura e per le sue opere, tra cui la celebre Divina Commedia.

Alighieri ci ha lasciato un immenso patrimonio linguistico, di cui dobbiamo fare tesoro e dal quale si imparano molte cose: con la Commedia, poema allegorico-didascalico, si viene catapultati in un mondo a sé stante e fantastico, ideato dallo stesso Dante, dove ogni cosa è stata pensata secondo un preciso criterio e mediante il quale si possono percepire emozioni, sensazioni e stati d’animo, come il rapporto tra lo stesso poeta e Beatrice.

In occasione dei 700 anni dalla sua scomparsa, Disney decide di ricordare il celebre poeta in un modo originale e molto particolare: l’11 marzo 2021 Giunti Editore, casa editrice italiana, ha presentato un nuovo volume celebrativo, intitolato “PaperDante”, che verrà pubblicato in tutte le librerie a partire dal 17 marzo.

«Disney non poteva perdere l’occasione di celebrare a suo modo il genio di Dante» afferma Veronica Di Lisio, Direttrice Editoriale Disney Libri per Giunti Editore.

Copertina libro PaperDante

Inoltre, appartenenti al ciclo di parodie dantesche ci sono “L’inferno di Topolino” di Guido Martina del 1949-1950, che inaugurò il genere delle parodie letterarie Disney, e “L’inferno di Paperino” di Giulio Chierchini del 1987.

Di cosa parla il libro?

PaperDante è un racconto poetico italiano, scritto da Augusto Macchetto e illustrato con i disegni di Giada Perissinotto e Andrea Cagol, che narra l’infanzia di Dante, di cui generalmente non si sa molto. 

«Abbiamo immaginato il nostro PaperDante in una situazione buia, rischiarato dal lume della candela; di certo sarà stato prossimo e amico del buio, per sentire un desiderio così irrefrenabile di aprire varchi di luce e portarci fuori dalle tenebre. Quel bagliore della candela è la luce che brilla negli occhi di un bambino quando un desiderio lo invade, quando incontra la bellezza, quando la sua scintilla interiore si trasforma in un desiderio di vita» afferma Veronica Di Lisio.

Partendo dall’inizio, il lettore viene catapultato indietro nel tempo in una calda e afosa estate a Firenze: il protagonista della storia è Durante, detto PaperDante, un ragazzino di circa dieci anni, che ama leggere e studiare. 

PaperDante nel bosco

Nelle giornate torride, si reca spesso nella Villa di Camerata, sul Monte Ceceri, insieme allo zio Alighiero e agli amici Lapo e Caterina. 

Una domenica pomeriggio, dopo un picnic, lo zio Alighiero manda PaperDante nel bosco a prendere un po’ di acqua e qui, spinto dalla curiosità, il giovane si dirige verso l’ingresso di una cava di pietra, dalla quale sente degli strani sussurri.

Da questo momento per PaperDante inizia una fantastica avventura, nella quale si addentrerà nell’antro della terra, tra creature misteriose e strani bisbigli, e dove incontrerà Paperbice, una figura quasi angelica che rappresenta la Beatrice della Divina Commedia

All’interno del racconto del libro vengono raffigurate bellissime immagini, ideate da Cagol e Perissinotto, che ripercorrono i momenti del viaggio del giovane PaperDante.

Il lavoro legato all’illustrazione è il frutto di mesi di lavoro tra autore, redazione e artisti, alla ricerca del “set” perfetto per ambientare ogni scena e, al tempo stesso, regalare al lettore un’atmosfera poetica e romantica, per immergersi al meglio nel mondo e nelle sensazioni del giovane Dante e del suo viaggio.

PaperDante e Paperbice

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here