Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Il Presidente del Veneto, Luca Zaia, qualche giorno fa, ha dichiarato il passaggio della Regione da zona bianca a zona gialla a partire dal lunedì 20 dicembre con conseguenti obblighi, ad esempio di portare le mascherine anche all’aperto, mentre le altre regioni sono sempre più a rischio o, proprio come il Veneto, già in zona gialla.

La situazione comporta quindi dei cambiamenti nei confronti dei posti fuori dall’Italia in cui si potrà andare in vacanza a Natale quest’anno. Una restrizione riguarda i documenti che si dovranno portare per effettuare l’imbarco in aeroporto, infatti con il Green Pass bisognerà mostrare anche un test molecolare eseguito 48 ore prima dal paese da cui si parte o, in alternativa, un test antigenico effettuato 24 ore prima. Per quanto riguarda i non vaccinati, anche loro potranno lasciare il Paese, ma oltre ai documenti già citati prima, dovranno fare una quarantena di 5 giorni all’indirizzo dettato dal Passenger locator form, che sarebbe un modulo da consegnare in aeroporto con i dati di contatto dei viaggiatori.

Per il resto, dipende dal paese in cui si vogliono passare le vacanze. Chi vorrà trascorrere il periodo natalizio nel Regno Unito avrà l’obbligo di essere vaccinato e l’Italia non dovrà essere nella lista rossa da due settimane. In Francia si dovrà possedere il Green Pass, ma non c’è obbligo di mascherine all’aperto. Per andare in Germania servirà avere un certificato di vaccinazione, di guarigione o un tampone negativo. In Austria è scattato il lockdown per i cittadini, ma si può comunque entrare nel paese se si possiede il test molecolare fatto 72 ore prima, o il vaccino. Ogni posto ha quindi regole diverse volte a non estendere il contagio in altri paesi. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here