Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Un hotel nello spazio? Sì, non è fantascienza. Lo avremo fra cinque anni, nel 2027. Ad annunciarlo è stata l’industria aerospaziale americana Orbital Assembly Corporation.

La struttura, chiamata Voyager Station, avrà un orbita bassa, a 400 chilometri dalla Terra e costituirà un vero e proprio hotel di lusso. L’hotel verrà costruito nel 2026 e sarà formato da due anelli collegati da dei raggi, il raggio esterno ospiterà le camere, i ristoranti, le palestre, i bar e i laboratori di ricerca scientifica, sull’anello interno invece, si troveranno le stazioni di attracco per gli ospiti. 

Nonostante sia nello spazio la Voyager Station simulerà la forza di gravità attraverso un processo di rotazione abbastanza veloce da creare una forza centrifuga che darà l’illusione ai passeggeri di trovarsi come sulla Terra, creando una sorta di gravità artificiale. Ci saranno anche aree dove la forza di gravità sarà assente, per permettere agli ospiti di provare la sensazione di essere nello spazio. La struttura potrà ospitare al massimo 400 persone, 280 ospiti e 112 membri dell’equipaggio e accedervi sarà molto costoso, si stimano circa 5 milioni di dollari per un soggiorno di tre giorni

La Voyer Station tuttavia, non è importante solo dal punto di vista commerciale e turistico, ma anche per l’evoluzione umana. Da anni infatti, l’uomo cerca di colonizzare altri pianeti e viaggiare nello spazio, anche perché la Terra sta diventando sempre meno abitabile e persino Stephen Hawking, uno degli scienziati più autorevoli nel campo della fisica e dell’astronomia, sosteneva che l’umanità è destinata ad estinguersi nei prossimi mille anni se la colonizzazione spaziale non avesse avuto inizio nel giro di due secoli. Quindi l’hotel spaziale potrebbe essere l’inizio dell’epoca della colonizzazione dello spazio, per ora solo attraverso strutture orbitanti, ma che con il tempo potrebbe portarci ad occupare un altro pianeta. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here