Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Due licei di Verona, il “Maffei” e il “Copernico-Pasoli”, sono stati i primi istituti veronesi, grazie a un protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Istruzione e la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, a inaugurare martedì 8 novembre 2022 l’inizio di un progetto che consiste in ben 150 ore di potenziamento scolastico in Biologia con curvatura biomedica, durante il triennio, per avere una più ampia visione di ciò che si affronterà nei primi anni di università nella facoltà di Medicina. Questa iniziativa coinvolge principalmente tutti quegli alunni che sono intenzionati a intraprendere tale percorso universitario, con l’intento di facilitare lo studio, soprattutto all’inizio. 

Molti insegnanti hanno affermato che il progetto potrebbe essere utile anche ad altri studenti affinché ci sia più consapevolezza nella scelta della facoltà. Questo progetto avviene in collaborazione con l’Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri di Verona e vede la partecipazione di un gruppo di studenti misti tra i due licei coinvolti che avranno la preziosa occasione di affrontare varie specialità mediche tra cui cardiologia, ortopedia, reumatologia e dermatologia. Parallelamente al percorso di studi tradizionale i ragazzi potranno partecipare a 20 ore di lezione extra, tenute dai docenti di scienze interni alle scuole, alle quali si aggiungono altre 20 organizzate da medici che verranno scelti dall’Ordine e, infine, 10 ore che si svolgeranno in apposite strutture sanitarie del territorio.

Queste ultime due tipologie di lezione sono extrascolastiche e pertanto verranno riconosciute come attività di Pcto, ossia quei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento che valgono come alternanza scuola-lavoro e che forniscono crediti alquanto utili per l’esame di maturità.

Oltre a ciò, gli insegnanti proporranno numerosi moduli relativi al campo biomedico e ai più svariati ambiti, prove di ingresso per l’Università che verranno fornite dai dirigenti delle strutture ospedaliere che hanno contribuito all’iniziativa. 

Gli accessi all’Università purtroppo sono ancora a numero chiuso e gli istituti spronano gli studenti interessati ad approfittare di tale iniziativa perché utile per il proprio futuro, come ha ribadito Sara Agostini, dirigente scolastica del Liceo Copernico-Pasoli. Si spera che altre scuole nel territorio veronese possano contribuire a questo progetto. Per esempio, la Scuola Paritaria “Stimate” ha avviato una simile iniziativa ed ha già constatato che numerosi studenti ne sono entusiasti. 

Articolo precedenteDisturbi alimentari: dati allarmanti
Articolo successivo“L’ombra di Caravaggio”: il profeta dei poveri
Mi chiamo Bianca Pellegrini, ho quindici anni e frequento la classe quinta ginnasio al Liceo Classico delle Scuole Stimate. Vivo a Sant'Ambrogio di Valpolicella, un bellissimo paese circondato da campi di viti e ulivi, dove ogni giorno respiro l'aria pulita della campagna. L'atmosfera e l'ambiente in cui abito hanno influenzato molto il mio carattere: infatti sono una ragazza amante della libertà e della natura, nonché della giustizia. Il primo anno di liceo l’ho trascorso al Liceo Linguistico delle Stimate: questa scelta era stata dettata dalla mia passione per le lingue, in particolare per il tedesco e l’inglese, nonostante molti dei miei professori delle medie mi avessero consigliato di iscrivermi al Classico per la mia predisposizione alle materie umanistiche. Verso maggio 2021 però mi sono accorta che il percorso da me iniziato non era quello più consono al mio futuro, dato che mi piacerebbe intraprendere la carriera diplomatica, poiché unirebbe alla perfezione la mia passione per le lingue e quella per la giurisprudenza. Così ho deciso di “trasferirmi” al Liceo Classico e, dopo un’estate di intenso studio e di soddisfazioni nel tradurre le prime versioni di greco, eccomi qui, pronta per iniziare un nuovo anno scolastico impegnandomi al massimo in ciò che ho scelto di fare e cercando di trasformarlo in un percorso formativo indimenticabile!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here