Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Dopo due anni la grande compagnia comica formata dagli immensi Aldo Giovanni e Giacomo è tornata nelle grandi sale di tutta Italia. Il 22 dicembre è uscito “Il grande giorno”, un film che racconta dei tre giorni precedenti al matrimonio di due giovani che si conoscono dalla nascita, in una grande villa sulle rive del Lago di Como: a sposarsi Elio (Giovanni Ansaldo) e Caterina (Margherita Mannino).

Da sinistra: Aldo, Giovanni e Giacomo

Sarà il giorno più felice della loro vita e di quella dei loro genitori, in particolare dei rispettivi padri: Giacomo e Giovanni. C’è da dire che Giacomo e Giovanni si conoscono dai tempi della scuola e hanno condiviso tutto da allora, e ancora oggi con il matrimonio dei loro figli. Ovviamente i due non hanno badato a spese per questa cerimonia: una super villa con parco, tre giorni di festeggiamenti, un cardinale che celebra le nozze, vino pregiato, uno chef stellato e 70.000 euro di fuochi d’artificio.

Purtroppo, l’ex moglie di Giovanni e madre della sposa, Margherita, è arrivata con il suo nuovo compagno, Aldo. Si tratta di un uomo turbolento che è riuscito ad abbattere prima il cardinale (Roberto Citran) in breve tempo, seguito da vino d’annata e fuochi d’artificio.

Ma i veri terremoti, come spesso accade durante le feste di famiglia, saranno tra persone care. Non solo in quelli dei promessi sposi, ma anche tra Giovanni e nuova giovane moglie (Elena Lietti) e Giacomo, detto ‘Vomitino’, e la sua solida consorte (Antonella Attili). Tra molte risate e altrettanto caos tutto si mescola in una prospettiva per cui ciò che inevitabilmente finisce porta sempre a un nuovo inizio.

Venier e il trio comico
Venier e il trio comico

Giacomo all’annuncio della loro nuova produzione cinematografica afferma: “È vero che dopo tanti anni ci sono smagliature, ma ognuno, anche per questo, ha scelto di fare un percorso personale. Io, ad esempio, dirigo il Teatro Oscar di Milano e Giovanni, su Instagram, porta avanti il suo impegno su natura e ambiente. Ma poi per fortuna quando ci si incontra scatta ancora tra di noi una scintilla. Ci divertiamo ancora”. Aldo ridendo come al suo solito sottolinea il discorso di Giacomino dicendo: “Mi associo. Quando ci vediamo nasce sempre la scintilla” mentre Giovanni dice con filosofia: “Il futuro è incerto, così noi cerchiamo di programmare il presente”

Il regista Massimo Venier, che ha incassato altri 7,5 milioni di euro con il precedente film del trio comico, “Odio L’estate”, ha affermato: “Il matrimonio è sempre stato un luogo comune nel cinema: ci sono centinaia di commedie dedicate a questo sacramento, dove c’è divertimento e un motivo per riflettere. E poi, attraverso il dolore, spesso si arriva al bene. Dirsi addio, come succede nei film, è la cosa migliore del mondo per non cancellare il passato”.

Articolo precedenteA Natale, pandoro o panettone?
Articolo successivoUn uomo ubriaco spacca le vetrate del teatro Filarmonico
Buongiorno a tutti, sono Giacomo Viviani un semplice studente del liceo classico e ho 15 anni. Sono un grande tifoso della squadra della mia città, che è stata campione di Italia nel lontano 1985. Diciamoci la verità io non sono mai stato un grande studioso poiché ho la fortuna di avere molta memoria e spesso mi ricordo molti argomenti senza avere studiato più di tanto, anche avendo questa grande fortuna, mi impegno molto per quello che riesco a studiare. Dico così perché ho la fortuna di poter giocare in una delle squadre di calcio più forti di Italia, l'Hellas Verona. Dall’anno scorso faccio quattro allenamenti a settimana, dal martedì al venerdì dalle 15 fino alle 17. È molto impegnativo stare dietro con lo studio e con i compiti, perché io esco molto presto per andare a scuola e torno a sera inoltrata per iniziare lo studio, ma io la mia vita la adoro, perché il mio sogno più grande è quello di diventare il numero uno del mondo nello sport che amo di più da quando sono piccolino e sono disposto a fare qualunque sacrificio pur di arrivarci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here