Un nuovo Bentegodi? Ecco il futuristico progetto di Sener

Vertice qualche giorno fa a Palazzo Barbieri tra il comune di Verona, la società Nuova Arena e l’azienda Soler per discutere dell’ipotesi di ricostruire lo stadio Bentegodi.

Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Nelle scorse settimane, a Palazzo Barbieri, sede del municipio di Verona, si è tenuto un importante incontro per definire il futuro dello stadio Marcantonio Bentegodi. Hanno partecipato il Sindaco Damiano Tommasi e l’assessore al bilancio Michele Bertucco in rappresentanza del Comune di Verona, Thomas Berthold, a nome della società Nuova Arena, società promotrice dell’idea di un nuovo stadio per Verona, e a nome dell’azienda di progettistica Popolous, e infine due rappresentanti dell’impresa spagnola Sener.

Il sindaco Damiano Tommasi insieme a Thomas Berthold

Quest’ultima è una ditta specializzata in progetti per la costruzione o la ristrutturazione degli impianti sportivi, e si è occupata anche del progetto per la modernizzazione di uno dei più prestigiosi stadi al mondo, il Bernabeu di Madrid. 

In particolare Sener utilizza un brevetto che, secondo l’azienda stessa, è applicabile a qualunque stadio: il “campo retrattile”. Si tratta di un manto erboso composto da strisce, in grado di ritirarsi in un magazzino interrato, dove sono presenti le condizioni necessarie affinché l’erba sopravviva.

Questa funzione rende l’impianto sportivo non più finalizzato solo a ospitare partite di calcio, ma polifunzionale. Grazie al manto retrattile infatti, è possibile dare luogo spettacoli e concerti all’interno dello stadio, anche durante la stagione calcistica, senza rovinare il prato

Immagine illustrativa del funzionamento del manto retrattile

Infatti molti stadi vengono già utilizzati per concerti ed eventi al di fuori dell’ambito sportivo, come il Meazza di Milano, ma questo uso è limitato alla stagione estiva, quando non ci sono partite in programma. Il campo retrattile permetterebbe invece di far convivere il calcio con eventi di altro genere. Uno stadio dove l’idea del campo retrattile è stata già sperimentata, è il Tottenham Hotspur Stadium, dove al di sotto del campo da calcio ce n’è uno da football americano, che ospita alcune partite di NFL.

Ovviamente non si sa se e quando il progetto verrà realizzato, ma l’idea di un nuovo impianto che sostituisca quello attuale c’è. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here