L’Arpav contro “Brusa la Vecia”

Polemiche nel territorio scaligero, compreso nel Comune di Verona. Il tradizionale falò dell'Epifania verrà sostituito con un'installazione luminosa per limitare l'inquinamento dell'aria. Ma non tutti sono d’accordo.

0
Epifania a Verona 2024
Epifania a Verona 2024
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

È ormai una tradizione radicata nella cultura scaligera quello che da queste parti viene comunemente chiamato “Brusa la Vecia”, un avvenimento che si svolge durante l’Epifania, nel quale viene data alle fiamme la Befana, a simboleggiare la fine del vecchio anno, con tutte le negatività, e l’inizio di quello nuovo. 

Il tradizionale rogo a Verona
Il tradizionale rogo a Verona

Purtroppo, in questi anni, i problemi a cui l’ambiente è stato soggetto sono stati messi in primo piano, anche se questo vuol dire rinunciare a certe festività caratteristiche di un luogo. Ed è questo quel che è successo al tradizionale falò dell’Epifania nel territorio scaligero. 

Infatti, a causa dell’inquinamento, l’aria di molte città (tra cui Verona) e comuni si è riempita di polveri sottili e di altre sostanze inquinanti e, secondo l’Arpav (Agenzia regionale per la protezione ambientale del Veneto), è poco opportuno inquinare ancora di più l’aria appiccando incendi nel territorio scaligero, scatenando così moltissime polemiche. 

In particolare, tanti cittadini veronesi si stanno lamentando animamente perché, dopo aver sostituito la storica stella in piazza Bra e dopo aver quasi fatto impedire l’allestimento dei mercatini di Natale nel centro storico, rinunciare a questa festività sarebbe come ignorare le tradizioni. Alcuni Comuni hanno persino deciso di accendere comunque il falò, andando contro alle richieste dell’Arpav. 

Alla fine, per non deludere i cittadini residenti a Verona, si è deciso che in piazza Bra verrà installato un grande schermo ad acqua sul quale verrà proiettato, grazie a fasci di luce, un grande fuoco, per simboleggiare la fine dell’anno appena trascorso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here