Maggio, Verona e Il Volo

Nel mese di maggio il famosissimo gruppo lirico ci regalerà tre serate magiche all'Arena di Verona, dopo il successo ottenuto lo scorso anno

0
Il Volo (Foto da Corriere della Sera).
Il Volo (Foto da Corriere della Sera).
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Nel 2024 è difficile che le persone si avvicinino alla musica lirica, che negli anni ha perso sempre più ascoltatori dopo l’invenzione di nuovi generi musicali come il Rap e la Trap, soprattutto tra i giovani e giovanissimi. La speranza di un avvicinamento da parte dei giovani a questa musica, datata ma sempre emozionante, è proprio questo gruppo: il Volo.

Il Volo è composto da due tenori e un baritono: Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble.

il volo, gruppo lirico iconico e famoso in tutto il mondo
il volo, gruppo lirico iconico e famoso in tutto il mondo

Nel corso della loro carriera il trio ha spesso fatto tournée viaggiando in tutto il mondo e arrivando anche ad esibirsi nel continente americano (soprattutto in America Latina), in Asia, Europa e Medio Oriente, ottenendo il consenso della critica specializzata e del pubblico. Nell’immediato futuro promettono di essere tra i principali protagonisti della scena musicale italiana, considerati i progetti importanti in cantiere per quest’anno, come un nuovo album, un tour e la partecipazione al festival di Sanremo.

Dopo i due concerti evento del 2023, Il Volo torna all’Arena di Verona con altre tre date nel 2024. Anche questa volta il trio di cantautori ha scelto il mese di maggio per portare la sua musica nell’anfiteatro, con tre grandi show che prenderanno ancora il nome di “Tutti per Uno” e che vedranno con loro una grande orchestra sinfonica e tanti ospiti.

Gli appuntamenti sono stati fissati per i giorni giovedì 9, sabato 11 e domenica 12 maggio. I biglietti sono già acquistabili nei migliori siti di prevendita di biglietti.

Una storia di ragazzi prodigio

Piero, Gianluca e Ignazio sono ormai famosi in tutto il mondo e hanno calcato palcoscenici importantissimi, ma una curiosità che in pochi sapranno è che la loro collaborazione parte molto prima del 2015, quando fecero uscire le canzone che li lanciò “Grande amore”. Infatti, la prima apparizione televisiva dell’iconico trio fu nel 2009, durante la seconda edizione del talent show canoro per bambini “Ti lascio una canzone”.

Il più grande del gruppo, Piero Barone, non aveva ancora 16 anni; gli altri due, Ignazio e Gianluca, avevano circa 14 anni. Presentatisi come solisti alla selezione, per volontà del regista Roberto Cenci diventano occasionalmente un trio, guadagnandosi, grazie alle loro doti canore, sulla falsariga de i tre tenori (Pavarotti, Domingo e Carreras), l’appellativo di “tenorini” per la giovane età.

Dopo la fine della trasmissione i ragazzi decisero di mantenere il gruppo. Di lì a poco i tre cantanti verranno invitati al teatro Ariston e, in qualità di ospiti del 60° Festival di Sanremo, saranno presentati da Antonella Clerici su quello stesso palcoscenico su cui hanno vissuto i primi momenti di notorietà proprio con lei.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here