Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Il corpo del giovane professionista di calcio e’ stato trovato all’interno del relitto il 21 gennaio, sul fondo della Manica, a circa una settantina di metri. Oltre al suo corpo all’interno dell’aereo e’ stato ritrovato anche quello del pilota David Ibbotson.

Le autorita’ britanniche hanno confermato che il corpo e’ il suo grazie ad una verifica di DNA con i suoi famigliari. Il giocatore Emiliano Sala e’ morto a bordo del suo Piper Malibu mentre stava sorvolando la Manica. L’argentino era andato a salutare i compagni dell’ex club e si stava dirigendo a Cardiff dove lo aspettavano i nuovi compagni del Cardiff City. Dopo vari tentativi il corpo di Emiliano Sala e’ stato ritrovato, incastrato nel relitto, grazie ad un minisommergibile.

Tuttora, pero’, non si sanno come siano state le dinamiche dell’incidente e anche se gli  investigatori riuscissero a far tornare alla luce il relitto non avrebbero molte informazioni poiche’ si crede che il velivolo non fosse dotato di una scatola nera. La RAF, l’aereonautica del Regno Unito, crede pero’ che durante la precipitazione dell’aereo il pilota avesse il ancora il controllo del Piper Malibu, infatti, ha dichiarato che, a giudicare da dove sono stati ritrovati i pezzi dell’aereo, l’aereo non sia precipitato ad alta velocita’ e con il muso verso il basso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here