Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Dopo mesi di attesa, la testimonial antidroga Giorgia Benusiglio è riuscita, insieme al suo cast, a far uscire nelle sale il film ispirato alla sua storia. 

Nota per la sua vita dura e colma di ostacoli, Giorgia, oltre ai suoi due romanzi Vuoi trasgredire? Non farti e Io non smetto, è anche la mente de La mia seconda volta, che sta avendo successo in tutti i cinema italiani. 

La giovane trentasettenne sta attualmente viaggiando in lungo e in largo per l’Italia per guardare il suo film, assieme a moltissimi ragazzi di tutte le scuole che hanno aderito al suo progetto antidroga, terminando sempre con un piccolo ringraziamento rivolto agli studenti. Prima dell’uscita ufficiale sono state organizzate delle anteprime in oltre 50 città italiane, per lanciare un messaggio positivo e di speranza: la vita ci dà sempre una seconda possibilità, l’importante è saperla cogliere.

La trama descrive a pieno la vita di Giorgia: la giovanissima Mariachiara Di Mitri è una ragazza che, a causa di alcune scelte avventate, rischia di bruciarsi. A salvarla saranno Davide, suo fratello maggiore, e la determinazione di Ludovica, una ragazza che, in passato, ha commesso degli errori che l’hanno deviata e ora conosce i suoi obiettivi, sa dove vuole arrivare e sa che ogni scelta va ponderata. Quello che il film vuole trasmettere è un messaggio di fiducia e speranza: la vita non può mai smettere di stupirci e ci dà sempre una seconda opportunità, basta solamente saperla cogliere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here