Morto a 89 anni Tinin Mantegazza (Cesenatico) il celebre scrittore, pittore, scenografo, autore di libri per l’infanzia, nonché inventore delle “tele fiabe” e diventato famoso per essere il creatore dell’ uccello “Dodò”, lupazzo protagonista della trasmissione storica della Rai per i bimbi “ l’Albero Azzurro”. 

Mantegazza ha origini milanesi, ma negli anni ’90 abitava in una cittadina della romagna, in una casa-studio,in cui era stato ricoverato all’ospedale Bufalini di Cesena.

Circa un’anno fa il Comune di Bagnacavallo (Ravenna) gli aveva dedicato “Le sette vite di un creativo irriverente” una bellissima mostra in collaborazione con la “Fondazione Tito Balestra onlus” e “ l’Accademia Perduta/Romagna Teatri”  per ricostruire la sua carriera artistica e le invenzioni con cui ha segnato la cultura italiana fino ad oggi.

Con la moglie Velia ha iniziato a costruire pupazzi stravaganti e ad animarli in modo originale per spettacoli teatrali e televisivi, fondando anche il “Teatro del Buratto”.

Mantegazza era sicuramente un’ instancabile mente creativa e ha saputo spaziare con creatività e maestria dal giornalismo alla regia, dalla tv fino all’organizzazione teatrale. 

Nel febbraio del 2019 era stato festeggiato per il suo compleanno al “Museo della Marineria” (Cesenatico) dove aveva presentato il suo ultimo libro di racconti. 

Grande lutto per il mondo della Tv, del teatro e dell’animazione, ma soprattutto per tutti quei bambini, che amavano e sono cresciuti guardando  questa trasmissione. 

Articolo precedenteAC Milan tries for Jovic
Articolo successivoLutto nel mondo del nuoto
Carola Rigodanza
Vivo a Negrar, in provincia di Verona. Frequento la quinta ginnasio al liceo classico all’istituto “Alle Stimate”. Ho scelto questo tipo di percorso poiché le materie classiche mi affascinano molto e le trovo interessanti e credo di essere anche più portata rispetto alle materie scientifiche. Le mie preferite sono: Epica e Storia. Pratico pattinaggio artistico sul ghiaccio. Mi ritengo una persona abbastanza estroversa, lunatica e dinamica. Il mio colore preferito è il blu. In futuro mi piacerebbe lavorare nel mondo dell’archeologia poiché tutto ciò che riguarda l’antichità mi affascina e incuriosisce. In alternativa mi piacerebbe diventare dentista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here