Kawah Ijen ha velocemente acquisito notorietà grazie a un reportage di “National Geographic” che descrive un curioso fenomeno naturale che si trova in Indonesia e riguarda un vulcano.

Questo vulcano è situato nella Reggenza di Banyuwangi, cioè nella parte orientale dell’isola di Jawa ed è situato all’interno della caldera Ijen, la quale è larga circa 20 chilometri. Ogni hanno vede milioni di geologi, vulcanologi, escursionisti o semplici turisti, i quali decidono di visitare questa bellezza della natura (con 2.148 m di altitudine).

Ma le vere domande che ci poniamo sono il perché si parla di mistero della lava blu, ed a cosa è dovuto questo fenomeno?

Fondamentalmente di giorno Kawah Ijen erutta lava dal colore rosso intenso, ma nel corso della notte si assiste a uno spettacolo del tutto magico, infatti, con l’oscurità della notte, la lava del complesso vulcanico assume un magnifico colore blu fluorescente.

Tutto ciò accade a causa dell’alta quantità di zolfo presente nella composizione della lava stessa. Infatti, nel momento dell’eruzione, il gas condensa in zolfo liquido, il quale scorre lungo le pareti del vulcano dando origine a questo insolito spettacolo.

Oltre alla lava di colore blu, la combustione del gas porta inevitabilmente allo sviluppo di fiamme altissime (fino a 4 metri di altezza). Il gas emanato è potenzialmente mortale per gli uomini e proprio per questa ragione gli esperti vulcanologi mettono in guardia chiunque voglia recarsi in questo magico luogo, invitando a informarsi e a prendere coscienza dei pericoli che si possono correre ed diventa necessario utilizzare le dovute precauzioni.

Ovviamente, recarsi o solamente cercare di raggiungere il cratere è possibile, ma bisogna porre massima attenzione e portare con sé maschere antigas e altre specifiche protezioni.

Il cratere è a circa 2.883 m di altitudine ed viene organizzato un percorso di trekking della durata di circa due ore e di media difficoltà, ma possiamo di certo dire che la fatica sarà certamente ripagata dalla bellezza e dalla particolarità del paesaggio.

http://https://youtu.be/qmkmStZc240

Articolo precedenteIginio Massari approda a Verona
Articolo successivoChi è Jorge Lopez, star alla Paris Fashion Week 2021
Carola Rigodanza
Vivo a Negrar, in provincia di Verona. Frequento la quinta ginnasio al liceo classico all’istituto “Alle Stimate”. Ho scelto questo tipo di percorso poiché le materie classiche mi affascinano molto e le trovo interessanti e credo di essere anche più portata rispetto alle materie scientifiche. Le mie preferite sono: Epica e Storia. Pratico pattinaggio artistico sul ghiaccio. Mi ritengo una persona abbastanza estroversa, lunatica e dinamica. Il mio colore preferito è il blu. In futuro mi piacerebbe lavorare nel mondo dell’archeologia poiché tutto ciò che riguarda l’antichità mi affascina e incuriosisce. In alternativa mi piacerebbe diventare dentista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here