In un periodo come questo, dove le certezze sono poche, tante sono state le famiglie in difficoltà che hanno chiesto aiuto anche a fondazioni come quella di Arché. E’ così che Gardaland ha deciso, insieme alla Merlin’s Magic Wand, di regalare alla fondazione, in vista del Natale, 250 biglietti, allo scopo di far divertire per un giorno bambini e ragazzi sulle adrenaliniche ed emozionanti attrazioni lì presenti.

Prezzemolo regala 250 biglietti alla Fondazione Arché in vista del Natale.

«Dovevate vedere il sorriso dei bambini all’annuncio che gli amici di Gardaland ci hanno invitato da loro gratuitamente!» così ha esordito Padre Giuseppe Bettoni, presidente della fondazione, dopo la lieta notizia. Descrivendola successivamente in questo modo: «Un bellissimo regalo che ha dato una speranza in questo tempo così difficile e faticoso per tutti, soprattutto per i bambini, suscitando uno strepitoso sorriso tra la sorpresa e la gioia!».

La Fondazione Arché si impegna da quasi 30 anni ad aiutare i bambini e le famiglie in difficoltà, offrendo accoglienza residenziale o affiancamento in carceri, ospedali o nelle loro case.

logo Fondazione Arché

Di questi tempi siamo tutti nella costante ricerca di qualcosa per cui sorridere o un’occasione per fuggire anche solo per un paio di ore dalla realtà quotidiana, che soprattutto su ragazzi e bambini sta diventando sempre più pesante e insopportabile.
E’ stato quindi un gesto molto bello quello di regalare una giornata di puro divertimento sulle attrazioni adrenaliniche di Gardaland a coloro che, soprattutto negli ultimi tempi, stanno vivendo degli eventi troppo duri per la loro giovane età, a causa dell’emergenza sanitaria ed economica che sta affliggendo il nostro Paese. 

Blue Tornado, attrazione a Gardaland

 In linea con quello che è stato detto precedentemente Aldo Maria Vigevani, amministratore Delegato di Gardaland, afferma: «Donare allegria è una delle nostre mission più importanti e cerchiamo sempre di fare modo che anche i più sfortunati possano trascorrere momenti di serenità tra le attrazioni del Parco. Siamo dunque molto felici di dare il via a questo progetto grazie al quale, nel corso della prossima stagione, potremo accogliere 250 ragazzi e regalare loro momenti di gioia che sicuramente porteranno poi sempre nel cuore».

Questa decisione è poi fortemente collegata all’inedita canzone realizzata da Gardaland “Piccole Grandi Cose”, che nell’inciso ripete: ”Regala piccole grandi cose”.  

Articolo precedenteProteste degli studenti, ma il governo non molla la presa
Articolo successivoAudrey Hepburn: un’icona senza tempo
Arianna Antonelli
Ciao, il mio nome è Arianna e frequento la quinta ginnasio del liceo classico “Alle Stimate”. La scelta di questo indirizzo non è stata per nulla semplice: non avevo le idee chiare sul mio futuro e non riuscivo a trovare delle preferenze determinanti tra materie umanistiche e scientifiche. Per mio carattere infatti tendo sempre a vedere ciò che di interessante c’è in ogni argomento e ciò mi porta poi ad appassionarmici. Ho un carattere propositivo, estroverso e solare: adoro ridere, condividere emozioni e divertirmi con gli amici. Ho molti interessi e passioni che nel tempo ho sviluppato e che mi hanno arricchito sotto tanti aspetti: l’arte e la pittura, che vivo a 360° grazie anche a mia mamma, che mi ha fatto conoscere questo magico mondo; la danza, che mi permette di esprimere ciò che provo in un modo unico e molto personale e il canto, che fa sempre vibrare la mia anima. Da sempre appartengo con fierezza al mondo Scout che attraverso tantissime esperienze mi ha regalato nuove prospettive e gusto della vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here