Di nuovo l’Arena: finestra di speranza per l’opera 2021

Covid permettendo, ritorna questa estate nel grande anfiteatro veronese la stagione degli spettacoli. Ecco riportato come, quando e con che programmazione.

Covid permettendo, ritorna questa estate nel grande anfiteatro veronese la stagione degli spettacoli. Ecco riportato come, quando e con che programmazione.
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

In questo periodo il mondo dello spettacolo non sta passando un bel momento, ma a portare una ventata di speranza e fiducia arriva l’annuncio della sovrintendente direttrice artistica dell’Arena Cecilia Gasdia: quest’estate l’opera si farà.

Anche in quest’anno così particolare, l’Arena di Verona si sta organizzando per ospitare il 98esimo festival dello spettacolo, con 42 serate a partire dal 19 giugno fino al 4 settembre.

Ovviamente il Covid ha portato con sé numerose limitazioni, ad esempio non potrà essere mandata in scena nessuna nuova produzione, il coro verrà spostato fuori scena e l’orchestra distanziata e con meno strumenti, inoltre si cercherà di ridurre gli allestimenti, che saranno «meno architettonici e con l’uso di nuove tecnologie».

Oltre ai grandissimi scenari che contornavano il palcoscenico e che ci facevano entrare nel tempo e nella storia della scena rappresentata, ad essere alleggerito sarà anche il numero degli spettatori, infatti la capienza dell’anfiteatro passerà da 13.500 a 3.500 persone.

La conferenza stampa che si è tenuta l’11 marzo sulla riapertura dell’Arena nella stagione estiva

Questa notizia, ufficializzata giovedì 11 marzo proprio nell’Arena di Verona con una conferenza stampa, dopo la quale la sovrintendente Cecilia Gasdia ha accompagnato al pianoforte il baritono Simone Piazzola nella “morte di Rodrigo” dal Don Carlo, è stata accolta di buon grado da moltissimi. Infatti sono già stati venduti più di 50 mila biglietti su un totale che per ora si aggira attorno ai 120-130 mila.

La programmazione di quest’estate inizierà con l’Aida, che celebrerà 150 anni e la cui orchestra sarà diretta da Riccardo Muti, che torna dopo ben 41 anni dopo la sua precedente opera Messa da Requiem nel 1980. 

La stagione continuerà con i grandi classici, come Nabucco, La Traviata e Turandot, e al solito ci sarà il Domingo Opera Night il 30 luglio, il Roberto Bolle and Friends il 3 agosto.

La sovrintendente Cecilia Gasdia che accompagna al piano il baritono Simone Piazzola

Interessante è anche il Jonas Kaufmann Gala Event il 17 agosto, a distanza di quasi un mese dal Requiem di Verdi, il 18 luglio.

Seppure più limitato, il programma che interesserà le serate estive in Arena è ben curato così come il cast, che è notevole (alcuni nomi sono quelli di Katie Ricciarelli, Marina Rebeka, Amartuvshin Enkhbat e Lisette Oropesa).

Certo però è che questi programmi non sono sicuri al 100% per la fragilità della situazione che stiamo vivendo, quindi potrebbero anche cambiare in base all’andamento delle campagne vaccinali e delle decisioni governative, ma si spera che sia possibile continuare e finalmente mettere in scena tutte le opere programmate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here