Tempo di lettura articolo: 3 minuti

Il Mausoleo di Augusto è un monumento emblematico della Roma imperiale ed è stato restituito al pubblico il giorno 1 marzo 2021, grazie ad una collaborazione tra l’ente privato Fondazione Tim e l’amministrazione pubblica di Roma Capitale.

Il Mausoleo Augusteo è un monumento funerario, risalente al 1° secolo a.C., situato nel cuore di Roma, in piazza Augusto Imperatore, nel rione Campo Marzio, tra il Tevere e la Via Flaminia. La sua costruzione fu intrapresa nel 28 a.C. da Ottaviano, reduce dalla vittoriosa battaglia di Azio su Marco Antonio e Cleopatra.

Piazza Augusto Imperatore da cui svetta il Mausoleo augusteo

Si tratta di una maestosa tomba dinastica ed è il più grande complesso sepolcrale circolare che si conosca, con un diametro di 87 metri e un’altezza di circa 45 metri; è composto da una serie di cinque anelli concentrici che ne formano la struttura.

Il monumento è costituito da una struttura cilindrica centrale, che avrebbe ospitato al suo interno le ceneri di Augusto e sulla sua sommità sosteneva la statua in bronzo dell’imperatore, che poteva essere ammirata da lontano. Tutto il monumento era circondato da siepi e file di cipressi. Il basamento esterno era rivestito di travertino e decorato con un fregio dorico. Al suo ingresso erano posti due obelischi egizi, che, in seguito, furono collocati in Piazza dell’Esquilino e in Piazza del Quirinale. I primi ad essere sepolti in questa costruzione furono la madre di Augusto e il nipote Marco Claudio Marcello Augusto, a cui fu dedicato un altro celebre monumento, il cosiddetto Teatro di Marcello. Ad essi seguirono parenti di Augusto, Augusto stesso, e altri componenti della gens giulio-claudia; l’ultimo ad essere qui sepolto fu l’imperatore Nerva.

Da allora la storia di questo monumento, fu molto articolata.

Nel X sec., l’edificio fu trasformato in fortezza dalla famiglia romana dei Colonna. Nel 1354, vi fu bruciato il corpo di Cola di Rienzo. Nel XVI sec., un anfiteatro di legno viene costruito tutto intorno, trasformandolo in arena per le corride.

Stemma famiglia Colonna

La proprietà del mausoleo passò di mano in mano tra molte nobili famiglie, i marchesi Correa, la famiglia Vivaldi Armentieri e, successivamente, con Papa Pio VII divenne proprietà del demanio pontificio e successivamente di quello italiano, anche se continuò ad essere gestito come arena per spettacoli diurni.

Ai primi del ‘900 passò al Comune di Roma e fu adattato come sala per concerti e questo fu il periodo più nobile dell’ormai rudere. Nel 1936 la sala fu demolita e divenne monumento archeologico: per questo motivo, il quartiere che vi era sorto intorno fu demolito, per creare piazza Augusto Imperatore. 

Secondo una leggenda romana il mausoleo è a tutt’oggi abitato dagli spiriti inquieti di Augusto e di Cola di Rienzo che al suo interno venne mutilato e bruciato.

Dal 2007 è stato chiuso al pubblico e oggi, dopo i lavori di restauro conservativo, durati 14 anni e costati 11 milioni di euro, è nuovamente visibile, attualmente è in corso la fase di valorizzazione del monumento, finanziata dalla Fondazione Tim

I vari usi della sua lunghissima storia saranno ricordati nel percorso museale.

Il Mausoleo sarà aperto ai visitatori fino al 21 aprile, giorno in cui ricorre il Natale di Roma: in questo periodo la visita al monumento sarà gratuita per tutti, mentre per i cittadini romani, curiosi di poter rivedere il monumento, fino ad ora inaccessibile, sarà garantita per tutto il 2021.

Al momento sono già esauriti i posti per i prossimi mesi

Articolo precedenteEtna, eruzioni e disagi negli ultimi giorni
Articolo successivoDa Nada a Leonardo: nuovi titoli cinematografici per la Rai
Frequento la V Ginnasio alle Stimate, ho scelto il liceo classico perché sono sempre stata affascinata dalle materie umanistiche, inoltre, ritengo che questo indirizzo dia la possibilità di fare qualsiasi tipo di università. Vivo a Peschiera del Garda, in provincia di Verona, nonostante la distanza dalla scuola amo vivere sul lago. Come sport pratico da quattro anni il cerchio aereo, un arte circense, e scio da quando ho tre anni. Il mio segno zodiacale è il leone, mi reputo una persona estroversa, solare e dolce, anche se molto testarda: penso sempre di aver ragione. Nel tempo libero mi piace uscire con gli amici, spesso guardo serie tv, preferisco quelle che riguardano gli adolescenti, ma la mia preferita rimarrà sempre Friends. Amo ascoltare la musica, andando a scuola in treno, la ascolto spesso, mi piacciono quasi tutti i generi musicali, ma il mio preferito in assoluto è l’Indie. Non so ancora bene cosa vorrei fare da grande, mi piacerebbe viaggiare e realizzare i miei sogni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here