Napoli, calcio champagne. Per la Juve è una Caporetto

Venerdì si è giocata la partita Napoli-Juventus che per la squadra torinese è stata un avere propria disfatta. Cinque gol incassati dalla capolista che ora è sempre più in vetta alla classifica.

Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Venerdì sera si è giocata la partita Napoli-Juventus, uno tra i big match più attesi dell’anno, ed è stato un vero e proprio spettacolo.  All’inizio sembrava una partita molto tesa ed equilibrata, ma il Napoli si è sbloccato subito al 15’ minuto con la rete di Osimhen.

Qualche minuto dopo, attorno al 40º minuto, a causa di un errore difensivo di Bremer, il pallone è arrivato ancora a Osimhen che è riuscito ad appoggiarla a Kvaraskelia per il goal del due a zero. Pochi minuti dopo la Juve si è svegliata e mediante un’azione manovrata e piena di passaggi tattici è riuscita ad accorciare le distanze con Di Maria 

Dopo la ripresa del secondo tempo, al 55’, Rrahmani ha colpito al volo da calcio d’angolo e ha concluso con un goal spettacolare che ha portato i partenopei sul 3-1; da quel momento la Juventus ha abbandonato completamente la partita. Allegri, dopo aver fatto pure qualche cambio, non è riuscito ad arginare l’assedio del Napoli che al 65’, grazie a un cross del giovane georgiano Kvaraskelia, si è portato sul 4-1 ancora con Osimhen e, poco dopo, al 72’, con un contropiede fulmineo e tramite il passaggio di Di Lorenzo, Elmas ha chiuso definitivamente la partita.Per la Juventus di certo non è stata una grande serata, sicuramente non era in forma per battere il Napoli, ma nessuno si sarebbe aspettato che perdesse 5-1. Pesava forse, anche l’assenza di Vlahovic.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here