Il presunto arresto di Greta Thunberg

La giovane attivista è portata via di forza da tre agenti in tenuta antisommossa durante una manifestazione in Germania.

0
Greta Thunberg
Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Già da alcuni mesi si pensava che la nota ecologista Greta Thunberg volesse ridurre il numero di occasioni in cui offrire la sua presenza in pubblico ma, ad attirare la sua attenzione, e a convincerla a presenziare, è stato il paesino tedesco di Lützerath, dove nelle scorse settimane si è protestato contro l’espansione della miniera di carbone di Garzweiler, nello stato tedesco del Nord Reno-Westfalia a nord-ovest del paese. 

Il 18 gennaio 2023 l’attivista ha deciso di unirsi alla manifestazione, ma questo intervento le è costato caro poiché proprio domenica l’ideatrice dei Fridays for Future (gli scioperi degli studenti di tutto il mondo per attirare maggior attenzione verso il clima globale) è  stata – a quanto pare –  arrestata dalla polizia.

L’immagine che ha fatto il giro dei social raffigura Greta Thunberg che viene portata via da tre agenti che la tengono per braccia e gambe.

Lei sembra non interessarsi, rispondendo con un sorriso di sfida.

Greta non ha reagito, ha solo posto resistenza passiva, facendosi caricare e portare via di peso,  insieme ad altri ragazzi, dalle forze di sicurezza in tenuta antisommossa.

Le forze dell’ordine hanno precisato che non è stata propriamente arrestata, ma solo fermata, trascinata via per un controllo di identità e poi rilasciata.

Da giorni il paese tedesco è teatro di un continuo conflitto tra ecologisti che non condividono l’idea dell’espansione della miniera di carbone.

L’area intorno a Lützerath produce 25 milioni di tonnellate di carbone ogni anno e una sua ulteriore espansione andrebbe a distruggere tutto  ciò che è stato fatto in questi ultimi anni dal governo tedesco per ridurre le emissioni di gas serra.

Dopo essere stata identificata e rilasciata, Greta è tornata nuovamente sul posto dove il giorno seguente è stata fermata per la seconda volta dalla polizia.

“È assurdo che questo accada nel 2023. Abbiamo bisogno di tenere il carbone sotto terra, la Germania imbarazza se stessa”, questo è ciò che l’ecologista ha dichiarato qualche giorno fa in un discorso pubblico contro l’espansione della miniera, probabilmente con intento provocatorio.

Previous articleCarmen e la storia di una ballerina non udente
Next articleCarnevale, quando nasce questa tradizione?
Buongiorno sono Ludovica Frezza. Sono nata a Brescia,ma attualmente vivo a Peschiera del Garda. Ho quindici anni e frequento il liceo classico Alle Stimate. Ho scelto questo indirizzo perché ritengo di essere più portata per le materie umanistiche. Al momento non pratico nessuno sport,ma fino all’anno scorso ho fatto hip hop. Ho un fratello di nove anni che si chiama Vittorio,che frequenta la quinta elementare. Mi piace molto ascoltare la musica,stare in compagnia dei miei amici e della mia famiglia. Su cosa voglio fare da grande non ho ancora le idee chiare,ma frequentando questo indirizzo scolastico sono sicura che avrò molte scelte e opportunità che sicuramente sfrutterò al meglio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here