La squadra gialloblù prova ad andare oltre la crisi

Difficoltà societarie, ispezioni della Guardia di Finanza e tante cessioni in arrivo. Mister Baroni: «Conosciamo le difficoltà della società, ma io sono tranquillo perchè vedo lavorare i miei ragazzi e danno sempre tutto».

0
Marco Baroni, allenatore del Verona.
Marco Baroni, allenatore del Verona.
Tempo di lettura articolo: < 1 minute

Non è un momento felicissimo per l’Hellas Verona. Anche se è arrivata la vittoria nell’ultimo turno di campionato in casa contro l’Empoli, gli articoli di giornale che riguardano la squadra e, soprattutto, la società del presidente Maurizio Setti (di recente oggetto di attenzioni da parte della Guardia di Finanza), parlano spesso di problemi economici e di giocatori in partenza.

I tifosi sono sempre più furiosi poiché la squadra, specie nelle ultime settimane, ha visto la cessione di alcuni giocatori fondamentali per mister Marco Baroni. Il sito “Hellas live” racconta di come molti essi siano ai saluti e pronti a trovare nuova collocazione. Per esempio Kallon è andato al Bari, Ngonge al Napoli, Faraoni alla Fiorentina, Duda e Hongla dati per partenti.

Foto dei tifosi della squadra gialloblù.
Foto dei tifosi della squadra gialloblù.

Nonostante questo, i gialloblù dopo la sconfitta a Milano del 6 gennaio contro l’Inter per 2 a 1, come dicevamo si sono rifatti il 13 gennaio in casa contro gli empolesi. 

Così mister Baroni: «Conosciamo le difficoltà della società, ma io sono tranquillo perchè vedo lavorare i miei ragazzi quotidianamente e danno sempre tutto. Ci sono state delle uscite, ma ci saranno anche delle entrate. Non c’è aria di smobilitazione».

Ricordiamo che l’Hellas Verona è stata fondata nel 1903 con il nome di “Associazione Calcio Hellas” ed è stata l’unica società di una città non capoluogo di regione a vincere, nella stagione 1984-85, il campionato di massima serie.

Previous articleQuali sono le origini del Capodanno?
Next article“Ultimo Stadi 2024”, la favola continua
Matilde Chini
Piacere,sono Matilde Chini e sono una studentessa del liceo classico “alle Stimate”. Ho scelto questo indirizzo perché sin da piccola mi appassionava particolarmente la lettura e la scrittura. Ho due sorelle entrambe più piccole di me, Sofia che ha 12 anni e Emma che ne ha 8. Certe volte litigo con loro, però alla fine gli voglio bene e sono grata di averle come sorelle. Mi ritengo una ragazza tranquilla, solare,gioiosa e certe volte timida… Nel mio tempo libero amo nuotare, ascoltare la musica e soprattutto stare con la mia famiglia e con i miei amici. Nuoto da quasi nove anni e questo sport mi ha spesso posto degli ostacoli difficili da superare,che mi hanno aiutato a crescere. Mi ha portato, anche, molte gioie e spesso anche delusioni che mi hanno insegnato a diventare una persona più determinata e,sotto alcuni punti di vista, più testarda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here