Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Vai a letto presto, o Santa Lucia non ti porterà nessun regalo… e non aprire gli occhi, o vi getterà la cenere!” .

Che siate adulti o ragazzi, leggendo questa frase avrete sicuramente riportato la mente alla sera del 12 dicembre di qualche anno fa, quando, emozionati per l’arrivo di Santa Lucia, dopo aver preparato un piatto ristoratore per lei, il suo aiutante e l’asinello, non volevate proprio saperne di abbandonarvi alle cure di Hypnos.

Un bambino ammira chiunque gli porti dolciumi e regali, non chiedendosi perché gli dia tali doni, ma perché una santa siracusana dovrebbe essere venerata con tanto di fiere, mercatini e doni ai bambini in una città di cui non è patrona?

Questa celebrazione, divenuta ormai l’apertura delle festività natalizie veronesi, è radicata nel cuore della città scaligera da molto tempo.

Nel corso del XIII secolo Verona fu colpita da una violenta epidemia di un male agli occhi, che affliggeva soprattutto i bambini; i cittadini preoccupati decisero di fare un pellegrinaggio presso la chiesa di S. Agnese (attuale palazzo Barbieri) per chiedere a Santa Lucia, protettrice della vista, la fine dell’epidemia.

Fondamentale, per ricevere la benedizione, era la presenza dei bambini, che tuttavia non si dimostrarono molto favorevoli a compiere un pellegrinaggio senza scarpe e senza mantello (così voleva l’uso di allora) nel gelo della notte.

I genitori allora promisero loro che Santa Lucia avrebbe portato dei doni ai bambini meritevoli, ossia a coloro che si fossero recati a ricevere la benedizione agli occhi; l’epidemia terminò davvero e, da allora, per ricordare questa grazia, Santa Lucia è festeggiata con riguardo in tutta la città.

La notte tra il 12 e il 13 dicembre è quindi notte d’attesa per i bimbi di Verona, che aspettano Santa Lucia che, con il suo aiutante, il Castaldo, e il suo asinello carico di doni, si aggira per la città, di casa in casa…ma attenzione, non aprite gli occhi, o vi accecherà con la cenere! 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here