Da sempre il carnevale è festeggiato da tutti gli italiani con carri, travestimenti, giostre, dolci e tanti colori. Purtroppo però, quest’anno non è stato celebrato nella sua grande sfarzosità, come invece è sempre accaduto negli scorsi anni.

Le sue origini sono molto antiche: veniva festeggiato dai cristiani nei giorni prima della Quaresima, perché, come ci mostra anche lo stesso sostantivo, erano gli ultimi giorni in cui si poteva mangiare la carne prima del periodo d’avvento alla Pasqua, in cui non si poteva consumare.

La festività mobile, quest’anno, è iniziata l’11 febbraio ed è finita il 16 febbraio (con differenze in base alle tradizioni nelle diverse regioni, come nel caso di Milano).

Venezia

Italia, i Carnevali più famosi di sempre

Battaglia delle arance a Ivrea

Ogni anno nel nostro Paese si celebrano i carnevali più famosi di sempre: innanzitutto a Venezia con le sue maschere tipiche e la celebre inaugurazione dei festeggiamenti con il Volo dell’Angelo in Piazza San Marco; a Viareggio con sfilate di carri maestosi con tema principale la satira politica e sociale; quello a Cento; a Ivrea con la rievocazione di una rivolta popolare e la famosissima “battaglia delle arance“; e così a Fano, Putignano e tantissimi altri…

E quest’anno cosa si fa?

Quello che è possibile fare a causa della pandemia, che è poco, ma che rappresenta il tanto rispetto alla situazione che stiamo vivendo.

carnevale
Viareggio

A Venezia, la capitale delle feste di Carnevale, il programma si svolto in streaming sito, in trasmissione dal 6 al 7 Febbraio e poi dall’11 al 16, da Palazzo Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò.

Nella città di Viareggio, invece, i tradizionali festeggiamenti con i loro celebri e maestosi carri vengono soltanto rimandati, si pensa nel periodo tra il 18 settembre e il 9 ottobre 2021.

Allo stesso modo anche per il Carnevale di Cento, che viene slittato per qualche mese a maggio e giugno.

Diversamente è stato deciso a Ivrea, dove il carnevale è stato tristemente annullato, ed eliminata la famosa “battaglia delle arance”, storico evento-simbolo, e così, anche a Putignano che ha cancellato i festeggiamenti di febbraio per la prima volta dal 1394, dopo 626 anni.

A Fano, invece, come a Venezia, le sfilate e i festeggiamenti in streaming.

Nella nostra città, Verona

A differenza di quello di altre città, il Carnevale di Verona e delle sue province non viene annullato, ma posticipato di qualche mese, all’11 aprile. La realizzazione dei programmi del “Bacanal del Gnoco” sarà possibile con tutti i suoi eventi storici, ma con qualche differenza e novità.

papà del gnocco Verona
Il Papà del Gnoco, il re del carnevale veronese

Quest’anno va così!

Certo è che non era il carnevale che ci aspettavamo come tutti gli anni, e allo stesso modo è stato anche per le altre feste, Natale, San Valentino, e fra poco anche Pasqua. Però sappiamo senza dubbio che questa situazione in tutto il suo male, ci farà anche, in futuro, apprezzare di più queste belle tradizioni, che a tutti mancano, e il ritorno alla normalità sarà ancora più spettacolare.

Che siamo adulti o bambini, il carnevale è sempre un’onda di allegria e divertimento, con la sua musica, i travestimenti e le maschere, i coriandoli e i tanti colori che vanta.

E tutto ciò ritorneremo a viverlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here