In molti conoscono questo rinomato nome, “Gucci Osteria”, ma cos’è veramente?

La Gucci Osteria, una collaborazione tra cucina e la casa di alta moda, ha acceso i suoi fornelli nel gennaio del 2018 ed è curata dallo chef tre stelle Michelin Massimo Bottura

Lo chef Massimo Bottura (immagine da Exibart)

Situato a Firenze, affacciato su piazza della Signoria, il ristorante si trova all’interno del Gucci Garden nel palazzo della Mercanzia. Questo edificio, che non è un giardino, viene chiamato così per il ricorrere di motivi animalier e floreali.

Al piano terra di questo elegante palazzo si colloca la rinomata Gucci Osteria da Massimo Bottura, affiancata da un punto vendita dove è possibile acquistare solo gli articoli creati esclusivamente per Gucci Garden, i quali non si possono trovare in altri negozi della casa di moda.

I due piani superiori sono dedicati alla Gucci Galleria, un’area museale dove la maison dalla doppia G ospita non solo pezzi storici ma anche installazioni video, manufatti ed elaborazioni grafiche. Inoltre è possibile fare un tour virtuale di questo straordinario edificio.

Alcune foto della Gucci Galleria all’interno del Gucci Garden (immagine presa da Gustando Magazine)

Un’osteria che non è un’osteria: infatti questo ristorante prende elementi rustici e li inserisce in un contesto altamente fashion

Un dettaglio rilevante è che nella più italiana delle piazze alla guida del ristorante non c’è un italiano. Sì, c’è il nome di Massimo Bottura, ma il capitano della nave è messicano, anzi messicana.

La chef Karime Lopez

Infatti a tenere le redini dell’osteria c’è Karime Lopez, una giovane cuoca nata a Città del Messico e prima chef de cuisine messicana ad aver preso una stella Michelin.

I suoi piatti sono ispirati alle cucine di tutto il mondo: dalla Cina agli Stati Uniti, fino all’America Latina, ma senza mai dimenticare l’Italia. La sua cucina si può riassumere in due aggettivi: pura e delicata. E non delicata per i sapori, ma perché nei piatti della chef si sente proprio la delicatezza e l’accortezza utilizzate per crearli.

Inoltre Karime Lopez è stata ospite nell’edizione 2021 di Masterchef Italia, dove i concorrenti hanno dovuto ricreare alcuni dei suoi piatti.

La chef ha rivelato: «Ciò che apprezzo di Bottura? Sa dare fiducia ai suoi collaboratori. E’ bello sentirsi dire: “Mi fido di te” da uno chef così importante».

L’interno della Gucci Osteria (immagine presa da OpenTable)

Il menù della Gucci Osteria è molto vario e la cosa incredibile è che i piatti prendono proprio ispirazione da diverse parti del mondo, come la Tostada di Mais Viola (uno dei piatti che i concorrenti di Masterchef hanno dovuto ricreare), altri direttamente dall’Italia come l’Emilia Burger e altri ancora ispirati proprio al Rinascimento come La Nascita di Venere. Anche l’interno del ristorante è un misto tra Rinascimento, Gucci, raffinatezza e stile.

Ma non è tutto, perché la Gucci Osteria da Massimo Bottura fa il bis: il secondo locale è stato aperto il 17 febbraio dello scorso anno a Beverly Hills. Questo ristorante è situato sul tetto del negozio Gucci in Rodeo Drive: il locale è sofisticato con tavoli all’aperto che si protendono sulla via dello shopping più famosa di Los Angeles

Gucci è un marchio che si significa attenzione ai più piccoli dettagli, con originalità e questo lo trasmette anche in cucina

La Gucci Osteria a Beverly Hills (immagine presa da NUVO Magazine)

Anche con un messaggio positivo alle spalle, cioè che una chef donna così giovane sia in un panorama gastronomico costituito maggiormente da uomini.

Un incrocio tra i piatti di Karime Lopez, sotto la direzione di Massimo Bottura, e la griffe Gucci, uno dei più grandi marchi di moda al mondo: questa è la Gucci Osteria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here