Tempo di lettura articolo: 2 minuti

Ora è ufficiale e non ci sono più dubbi sul cadavere ritrovato il 18 novembre 2022 a Novellara, è quello di Saman Abbas. «È stata identificata da un’anomalia dentaria, grazie a foto e video», riferisce l’avvocato Barbara Iannuccelli, che assiste l’associazione ‘Penelope’ ed è parte civile nel processo che a febbraio inizierà a carico di cinque familiari della giovane pachistana uccisa la notte del 30 aprile 2021.

Foto di Saman Abbas (di RaiNews)
Foto di Saman Abbas (di RaiNews)

«L’osso ioide è fratturato nella parte sinistra e sono necessari accertamenti istologici per stabilire se pre o post mortem», continua l’avvocato. La frattura dell’osso, nella parte anteriore del collo, renderebbe sempre più vera l’ipotesi di strangolamento.

Per la morte della giovane, che si era opposta a un matrimonio combinato con un connazionale, sono in carcere in Italia, in attesa di processo, tre famigliari (lo zio Danish Hasnain e dei cugini Ikram Ijaz e Nomanulhaq Nomanulhaq), mentre si attende una decisione sull’estradizione del padre. La madre, Nazia Shaheen, è ancora latitante.

Saman Abbas (a sinistra) e i genitori (a destra)

Shabbar Abbas si è presentato davanti al giudice istruttore di Islamabad. Tuttavia, non si è svolta alcuna udienza a causa dell’assenza di un funzionario dell’agenzia investigativa pakistana. La prossima udienza si terrà il 19 gennaio. Il magistrato ha ordinato la presenza di tutte le parti interessate durante la prossima udienza. Il magistrato ha domandato ad Abbas dove si trovi la moglie, l’uomo ha risposto: “Sono in prigione, non ne so nulla”.

Articolo precedenteArrestato il boss dei boss: trovati due covi a Castelvetrano
Articolo successivoFiorentina attiva sul calciomercato
Ho 15 anni e frequento la V ginnasio al liceo classico della scuola “alle Stimate”. Ho scelto questo liceo perché mi sono sempre piaciute le materie umanistiche, che frequentando questo liceo sto imparando ad apprezzare sempre più. Le materie che preferisco sono la letteratura e la storia, che ora studio in modo dettagliato. Una delle mie passioni più grandi è l’arpa che suono da ormai dieci anni, sia perché la musica mi ha sempre aiutato a rilassarmi, sia perchè trovo che l’arpa sia uno strumento bellissimo. Ho anche fatto danza per nove anni, anche se quest'anno ho dovuto lasciarla. Caratterialmente sono una persona molto introversa e timida, infatti, non amo parlare con gente nuova e tendo a non aprirmi nei primi periodi in cui conosco una persona, ma, rispetto a quando ero più piccola sono più aperta. Con le persone che conosco meglio, sono più estroversa, ma faccio comunque fatica a parlare dei miei problemi, o a dire la mia opinione, nonostante io sia una persona testarda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here